Edizioni Pubblicità Italia

Il Pesce nr. 4, 2017

Rubrica: Speciale Irlanda
Articolo di Benedetti E.
(Articolo di pagina 42)

Scampi, granchi e molto di più: è l’Irlanda bellezza

Visita a due realtà significative dell’industria ittica irlandese, Rockabill Seafood Ltd e Errigal Bay Seafoods

Prosegue il nostro viaggio alla scoperta dell’industria ittica in Irlanda, un Paese nel quale le aziende dedite alla pesca e all’allevamento ittico stanno dimostrando parecchio dinamismo. Ciò vale sia per i consumi interni che secondo i dati EUFOMA si attestano intorno ai 23 kg annui sia per le quote di export. Il prodotto ittico irlandese su base annua ammonta a 700 milioni di euro in valore e occupa 11.000 addetti soprattutto lungo il tratto costiero da Donegal a Louth (fonte dati: BIM).
 

Rockabill Seafood Ltd
Arriviamo a Balbriggan, una località costiera ad una mezz’ora di strada da Dublino, per incontrare Alan Price, figlio del fondatore della Rockabill Seafood Ltd. La sua è una famiglia di imprenditori con una tradizione radicata nella pesca e nella lavorazione del pescato che, nel corso di tre generazioni, è cresciuta moltissimo, consolidando un’ottima posizione nel settore della commercializzazione di prodotti ittici di qualità, conosciuti e apprezzati anche sul mercato italiano. Gli scampi giungono nello stabilimento di Balbriggan per il 50% freschi e per l’altro 50% già congelati sui pescherecci (entro una ventina di minuti dalla cattura il prodotto viene congelato a bordo). Il fresco è passato in una macchina progettata da Rockabill Seafood che suddivide il pescato a seconda della pezzatura, facendo attenzione a non danneggiare il pesce. Seguono il congelamento e il confezionamento del prodotto. Alle 7:00 del mattino inizia il processo di lavaggio e la separazione in base al peso (che prevedere 8 categorie di prodotto), seguita dal congelamento e per ultimo dalla spedizione.
La produzione di Rockabill Seafood Ltd ammonta a 4.000 tonnellate di scampi (oltre alle code di scampo) e tutto viene congelato. La società possiede anche 18 imbarcazioni di pesca nel sud e nord del Paese per la cattura, oltre agli scampi, di granchi, cappelunghe, astici e chiocciole di mare. Lo stabilimento di Balbriggan vanta la certificazione di qualità BRC e negli ultimi 5 anni è stato oggetto di numerosi investimenti, pari a un totale di 5,5 milioni di euro per il rinnovo delle attrezzature, del magazzino del freddo e delle linee di confezionamento e congelamento del pesce.
Tutta la produzione viene esportata e oggi l’Italia è il mercato principale con una quota di export che raggiunge il 50%.
Le aree di riferimento sono il foodservice, supermercati e grossisti.

Rockabill Seafood Ltd
Stephenstown Industrial Estate
Balbriggan, Co. Dublin
Web: www.rockabill.ie
Contatto: Alan Price



Errigal Bay Seafoods
Ci spostiamo a nord nella contea di Donegal e arriviamo a Carrick per visitare Errigal Bay Seafoods. L’origine di questa realtà ha poco a che fare con il mondo ittico. La loro storia inizia infatti nel 1971, con la costituzione di una cooperativa di aziende dedite alla lavorazione degli ortaggi. Oltre ai vegetali, però, ben presto i titolari James McDyer e Jarlath Morris iniziarono ad interessarsi al commercio dei granchi. Da allora non si sono più fermati.
Oggi Errigal Bay Seafoods, ubicata nella remota regione di Gaeltacht nel nord-ovest dell’Irlanda, in un territorio di rara bellezza tra scogliere a strapiombo sul mare e l’alta montagna di Sliabh Liag, si occupa della commercializzazione di prodotti ittici con una forte attenzione ai temi della sostenibilità.
L’azienda è infatti continuamente alla ricerca di un giusto equilibrio tra la flessibilità economica delle proprie attività e la responsabilità sociale ed ambientale, andando incontro alle richieste della propria clientela nel rispetto del territorio e delle risorse ittiche. Queste ultime consistono principalmente in astici, granchi di mare, necore (Velvet crab), capesante, scampi e buccine (whelk).
Aodh O’Donnell ci accompagna a visitare l’azienda. «La filosofia che contraddistingue Errigal Bay Seafoods è la capacità di creare forti relazioni con i fornitori, con il mercato e coi dipendenti. Questa è la chiave del successo di questo business, che è rimane fortemente orientato a perseguire l’eccellenza in materia di sostenibilità e di investimenti» precisa O’Donnell.
«Negli ultimi anni abbiamo innovato l’azienda con investimenti importanti nelle attrezzature, nella formazione del personale, nella tecnologia, nel marketing e, in generale, in tutte le infrastrutture» sottolinea O’Donnell.
Le aree di produzione che hanno richiesto maggiore attenzione in termini di investimento sono state quelle che coinvolgono la catena del freddo, «un aspetto, quello del freddo, che per noi resta strategico dato che da esso dipende la qualità del prodotto e l’uso corretto dell’energia. Amiamo definirci un’azienda sostenibile che dedica grande attenzione alle persone, al prodotto e alle attrezzature».
Errigal Bay Seafoods opera in due stabilimenti: uno è ubicato al nord-ovest dell’Irlanda, a Carrick, con attrezzature per la lavorazione e cottura del pesce; l’altro è al sud e si occupa di capesante fresche e congelate.
In totale l’azienda produce circa 20.000 tonnellate di prodotto all’anno, per due terzi al nord e per un terzo al sud. Il 60% del prodotto viene assorbito dai mercati europei. In Italia si vendono principalmente scampi e granchi attraverso una rete di importatori.
Ma il principale mercato resta la Francia, seguito da Spagna, Svezia e Portogallo, mentre il restante 40% va in Asia e soprattutto al mercato cinese, in grande crescita. «Il 70% del retail business viene spedito direttamente da qua ai supermercati, senza passare attraverso altri intermediari».
O’Donnell rimarca ancora una volta i temi a lui cari della sostenibilità, dell’impegno che l’azienda si è presa in materia di tutela dell’ambiente e piena adesione allo schema Origin Green di Bord Bia.
Errigal Bay Seafoods conta su 60-80 imbarcazioni di pescatori, con i quali è stato firmato un contratto per l’acquisto del pescato e negoziato un prezzo. «L’azienda garantisce ogni giorno la raccolta del prodotto pescato e il pagamento con cadenza settimanale».

Errigal Bay Seafoods
Meenaneary, Carrick
Co. Donegal, F94 EN83
Web: www.errigalbay.com
Contatto: Aodh O’Donnel

Il Pesce
Anno:

Numero:


Cerca negli articoli di Il Pesce:
Annuario del Pesce e della Pesca
La banca dati che con cadenza annuale costituisce un prezioso strumento di lavoro per gli operatori del settore ittico e acquacoltura.