Edizioni Pubblicità Italia

Il Pesce nr. 5, 2003

Rubrica: Convegni
(Articolo di pagina 137)

L’assemblea della Federazione Europea Produttori Acquacoltura riunita in Portogallo

Alessandro Perolo passa il testimone a John Stephanis. Pier Antonio Salvador alla presidenza della Commissione Sanità, Marco Gilmozzi alla vicepresidenza di MedAqua

Si è tenuta a Villamoura, in Portogallo, nelle giornate di venerdì 16 e sabato 17 maggio 2003, la 35a edizione dell’Assemblea Annuale Generale della Federazione Europea dei Produttori di Acquacoltura. Per l’Api erano presenti il presidente, Pier Antonio Salvador, i consiglieri dott. Lucio Fariano, in rappresentanza dei troticoltori, il dott. Marco Gilmozzi, per le specie marine e la dott. Loredana Locatelli.

Nel corso dei lavori assembleari si sono riunite le Commissioni Affari Europei, Trota Porzione, Salmone, Trota Grande, Acqua Dolce, Acquacoltura Mediterranea, Sanità, Commissioni Marketing e Ambiente.

Le Commissioni

La prima parte dell’Assemblea è stata dedicata all’esame, da delle Commissioni di lavoro, delle principali problematiche che interessano il settore dell’acquacoltura.

 


Il Presidente Api Pier Antonio Salvador è stato designato presidente della Commissione Sanità Feap.

 

La Commissione Trota Porzione ha analizzato il trend produttivo dei principali paesi produttori. In questo contesto è emerso che, se da un lato si è registrata nel corso degli anni una riduzione da parte dei produttori "storici", (Italia, Francia e Danimarca), dall’altra è emerso un costante incremento produttivo dei "nuovi" paesi, quali Spagna, Polonia e Turchia. La Turchia rappresenta un caso emblematico: pur non partecipando ai lavori della Feap, voci ufficiose e non verificate, parlano di un raddoppio della produzione che potrebbe aver raggiunto le 37.000-40.000 tonnellate annue, portandola quindi ai primi posti in Europa. Se questo dato fosse confermato, la produzione complessiva europea sarebbe in crescita, nonostante il calo nei paesi di cui si è detto sopra. La situazione di mercato è apparsa preoccupante un po’ in tutti i paesi europei.

In Francia la domanda è stabile, ma si registra un calo dei prezzi di circa il 5% rispetto l’anno precedente. La delegazione francese ha fatto presente la necessità per i produttori di piccole/medie dimensioni di riunirsi per fornire le grosse quantità richieste dalla GDO (grande distribuzione organizzata). Inoltre è stato segnalato come alcuni piccoli produttori di zone ben delimitate siano riusciti a creare un mercato di nicchia a livello locale.

In Gran Bretagna si è registrato un calo dei prezzi determinato alla forte concorrenza sul mercato interno del prodotto francese e spagnolo. Anche in Spagna vi è una difficile situazione a livello di mercato specie negli ultimi sei mesi, con prezzi in ribasso. La Germania, dopo avere vissuto dalla fine del 2002 un momento di crisi, sembra dare ora qualche segnale di ripresa. La crisi della domanda in questo paese risulta essere strettamente correlata alla generale crisi economica.

La Danimarca, il cui sbocco commerciale è costituito principalmente dalla Germania, ha risentito pesantemente di questa crisi e segnala una forte competizione, presso la GDO, da parte del salmone. I prezzi sono bassi e non si registra alcun miglioramento. A testimonianza della crisi delle vendite, è segnalata la giacenza di trote salmonate di grossa taglia (> 1kg) negli allevamenti danesi, risultato della mancata vendita di trote di porzione nei mesi passati. Questi stock di prodotto devono essere venduti prima dell’estate, ma difficilmente i produttori danesi riuscirà a mantenere un prezzo di vendita adeguato. Complessivamente è emerso a livello Feap, che il mercato europeo della trota sta attraversando un momento non facile, vuoi per la concorrenza da parte di altri prodotti di acquacoltura, vuoi come riflesso della crisi economica generale, con conseguente calo della domanda, cui non corrisponde un altrettanto forte calo della produzione, che anzi risulta stabile se non addirittura in crescita.

Nel corso dei lavori della Commissione Acquacoltura Mediterranea (MedAqua) sono stati riportati i dati sulle produzioni di avannotti e di prodotto per specie comparate tra il 2002 ed il 2003, e l’attuale prezzo sul mercato. Attualmente Paesi come la Francia ed il Portogallo sono quelli che risentono di meno della crisi di mercato, ma va sottolineato che sono i Paesi con minore produzione. Il Portogallo ha una produzione localizzata nella zona dell’Algarve, ad altissima attività turistica, ed allo stato attuale riesce a proporre il proprio prodotto nazionale a prezzi ancora competitivi.

La Francia produce relativamente poco, e tale produzione è concentrata nelle mani di pochissimi allevatori. Molto prodotto viene esportato (Inghilterra, Germania, Italia), il prezzo di vendita è elevato ed il mercato sostenuto. Un forte marchio utilizzato dagli allevatori sembra aiutare molto questa situazione.

Chi sta soffrendo di più in questo momento sono certamente i produttori greci e il mercato spagnolo. I greci lamentano una produzione 2003 ridotta rispetto al 2002, gravata inoltre quest’anno da un forte ritardo dell’accrescimento del prodotto a mare in conseguenza di una annata particolarmente fredda. La produzione 2002 sta per finire, stanno rallentando le vendite anche verso l’Italia e la nuova produzione è in ritardo. Inoltre, fatto inspiegabile, continuano a vendere a prezzi estremamente bassi, spesso sotto i costi di produzione. Sia la Grecia che la Spagna riportano la chiusura, o l’avvicinarsi dello stadio di bancarotta, per diversi allevamenti. La Grecia lamenta anche il fallimento di uno dei più importanti commercianti locali di prodotto, che sembra abbia provocato danni sensibili aziende greche. I lavori della Commissione Marketing hanno visto tutte le delegazioni interessate manifestare interesse riguardo l’esigenza di informare meglio il consumatore circa le caratteristiche alimentari della trota.

Elezione del Presidente

Il Presidente della Feap in carica, Alessandro Perolo, prima di dare il via alle votazioni per il rinnovo della Presidenza Feap, ha voluto ringraziare tutti i presenti per la collaborazione ricevuta durante l’espletamento del suo mandato, esprimendo soddisfazione per l’attività svolta e per la crescita ed il ruolo assunto dalla Federazione. Sì è quindi proceduto al rinnovo delle cariche. Alla Presidenza della Feap, succede ad Alessandro Perolo, in carica dal 1998, il rappresentante della Grecia John Stephanis.

La presenza italiana

Significativa la presenza italiana: il Presidente Api Pier Antonio Salvador è stato designato presidente della Commissione Sanità Feap, mentre il consigliere Api Marco Gilmozzi è stato designato alla vicepresidenza di MedAqua, Commissione Acquacoltura Mediterranea.

(Fonte: Bollettino Api)

Il Pesce
Anno:

Numero:


Cerca negli articoli di Il Pesce:
Annuario del Pesce e della Pesca
La banca dati che con cadenza annuale costituisce un prezioso strumento di lavoro per gli operatori del settore ittico e acquacoltura.