Edizioni Pubblicità Italia

Eurocarni nr. 1, 2021

Rubrica: Ristoranti carnivori
Articolo di Rella M.
(Articolo di pagina 112)

I Vitelloni, la dolce vita romana si gusta dal caffè al dopo cena

Un locale ibrido e polivalente molto attento alla scelta delle carni, “affinate” con lunghe frollature in dry aging, alla qualità e alla provenienza della materia prima, dal pesce, agli ortaggi, fino alle farine, in arrivo il più possibile dal Lazio. Ci troviamo a Roma, nel quartiere Appio Latino, a due passi dalla chiesa di San Giovanni in Laterano, in un ristorante che è anche bar e spazio aperitivi, 700 m2 di superficie distribuiti su più sale aperte da colazione a cena, con pizzeria, laboratori di pasticceria salsamenteria.

Si chiama I Vitelloni, il nome perfetto per sintetizzare due passioni dei proprietari, i fratelli Stefano e Mauro Delli Ficorelli: il cinema da una parte e la gastronomia, soprattutto carnivora, dall’altra. Guarda caso Mauro prima di aprire I Vitelloni aveva fatto il macellaio per 12 anni e sa bene, quindi, di cosa parla. In omaggio all’insegna, il layout del ristorante, arredato dagli architetti e designer dell’azienda spezzina Costa Group, è ricco di riferimenti cinematografici.

Non c’è soltanto il grande Federico Fellini, che nel ‘53 diresse un film che fece storia, “I Vitelloni”, appunto, in cui si raccontavano vizi, gusti e ozi cittadini dei giovani di buona famiglia, ma ritroviamo un po’ tutto il panorama iconografico della cinematografia; del resto gli studi di Cinecittà sono nel vicino quartiere Tuscolano.

Le carni, acquistate in gran parte dalla romana CarniIdea, sono cotte alla brace su legno di quercia e leccio, come i burger di pollo, il manzo, l’Angus, la Chianina, tutto di qualità e origine controllata e certificata. E non mancano i saporiti taglieri di salumi e formaggi provenienti direttamente dalla salsamenteria interna.

Il fiore all’occhiello dell’ampia offerta gastronomica della tradizione italiana e regionale è poi la scelta gluten free, garantita da una cucina separata e ad hoc per una corposa linea di piatti, compresa la pasticceria.

L’avventura dei fratelli Delli Ficorelli cominciò in realtà nel ‘98 con l’apertura di una pizzeria ispirata ai grandi titoli del cinema, RicominciodaTre, che in breve ottenne un ottimo riscontro. Il locale poi si ingrandì e venne aggiunta la bisteccheria I Vitelloni.

Con l’apertura nel 2009 del ristorante La Tellina, Stefano e Mauro si lanciano nella cucina di pesce, in un locale accanto alla pizzeria, ampliando a 360 gradi l’offerta ristorativa. «Nel tempo abbiamo avvertito l’esigenza di raccogliere le nostri differenti anime sotto unico cappello che rendesse al meglio il lavoro iniziato vent’anni fa. I Vitelloni — racconta Stefano — è il nome che ci ha maggiormente identificato e, così, guidati da professionisti, abbiamo deciso di ripensare ad un grande progetto ristorativo, avviato dopo un periodo di restyling nel 2018».

Il concept è declinato con uno stile moderno, colori dorati, legno, mattoncini e tanti riferimenti cinematografici: locandine, gadget, menu, caricature di attori (ben 100) disegnate da tre giovani artisti, Filippo Foglietti, Riccardo Colosimo e Valerio Lundini. Invece, dal punto di vista gastronomico, il locale si presenta come uno spazio polivalente ispirato alla convivialità e alla dolce vita, in ogni momento della giornata. Dal primo mattino con una ricca colazione fino al pranzo (anche buffet), alla caffetteria del pomeriggio, all’aperitivo e alla cena con piatti di carne, di pesce o pizzeria.

In cucina lo chef Alessandro Bianchi si destreggia tra primi tradizionali e accostamenti più ricercati, come le fettuccine di cacao con carciofi e guanciale, con un pizzico di tradizione, romanità ed estro. Dalle 21:30 la serata prosegue inoltre con un’assortita proposta dolce: torte, muffin, plumcake, crostate e piccola pasticceria fino a notte tarda, anche abbinabili ad un drink.

Dal forno e dalla cucina riservati esclusivamente alla realizzazione di piatti per celiaci arrivano infine proposte originali: le pizze Magna Grecia (funghi e salsiccia di Norcia), Ricomincio da Tre (pomodoro pachino, mozzarella di bufala a crudo e basilico fresco), la Malafemmina (pomodoro, pomodorino vesuviano, burrata pugliese e basilico) o la Suburra (crema di patate viola, bufala affumicata e salsiccia di montagna). L’ultima novità, lanciata a novembre, è la Casina Vitelloni, una sala intima di 7 m2 per un solo tavolo: 2, massimo 4 persone.

Massimiliano Rella

 

I Vitelloni

Via Amiterno 42/60 – 00183 Roma

Telefono: 06 7081150

Web: www.ivitelloni.it

www.instagram.com/ivitelloniristorante

 

Didascalia 1: uno dei burger che si possono gustare a I Vitelloni.

Didascalia 2: Federico Fellini e Marcello Mastroianni sono uno dei tanti “riferimenti” cinematografici del locale, tra locandine, fotografie, caricature e gadget. I Vitelloni si presenta come un luogo accogliente e spazioso, caratterizzato da una grande cucina a vista e un ampio bancone bar, dove il cliente può assaporare ogni momento della giornata..

Photogallery

Eurocarni
Anno:

Numero:


Cerca negli articoli di Eurocarni:
Euro Annuario Carne
La banca dati Europea del mercato delle carni sempre aggiornata, utile strumento di lavoro per gli operatori del settore lavorazione, commercio e distribuzione carni.