Edizioni Pubblicità Italia

Eurocarni nr. 3, 2020

Rubrica: Fast food 4.0
Articolo di Benedetti E.
(Articolo di pagina 76)

Cheeseburger Robot

Avete mai sentito parlare dei makers? Si tratta di uomini e donne accomunati dalla passione per la tecnologia. Una sorta di inventori del nostro secolo, con un approccio curioso e innovativo. Come scritto nella presentazione della fiera europea dei makers, Maker Fair, che li aggrega ogni anno a Roma (makerfairerome.eu), il loro motto è “fai da te ma soprattutto facciamo insieme. Sono, infatti, una comunità internazionale presente in oltre 100 Paesi e condividono informazioni e conoscenze sia attraverso il web sia attraverso veri e propri luoghi fisici, i cosiddetti Fab Lab. Usano macchinari come frese o stampanti 3D ma anche software e hardware open source che si possono scaricare gratuitamente dal web per dare vita a qualcosa di originale. I makers, oggi, vengono identificati come un vero e proprio movimento culturale dalle enormi potenzialità sul piano dello sviluppo sociale e economico, grazie alla loro capacità di esplorare nuove strade o semplicemente di percorrere in modo ‘moderno’ quelle esistenti”.
Tramite un amico maker ho scoperto il primo Cheeseburger Robot, una macchina progettata e realizzata nel 2018 da un gruppo di fisici e ingegneri in quel di San Francisco, California. Creator, questo il nome dell’installazione tecnica di Alex Vadarkostas (CEO), David Bordow e Steve Frehn, è il primo apparecchio robotico culinario che dalla carne e dagli ingredienti necessari assembla, lavora e cuoce hamburger (si dice) di ottima qualità. Creator (creator.rest) è anche il nome del primo ristorante, ubicato in pieno centro a San Francisco, a pochi passi dal Moscone Center, luogo di culto per la community tech (essendo il palco delle presentazioni di Apple sin dai tempi di Steve Jobs) e dal MoMa, museo d’arte contemporanea. L’aspetto interessante di Creator, e del ristorante sviluppato intorno al suo progetto ingegneristico, è quello di offrire un burger a prezzo ridotto (solo 6 dollari, che per una città come San Francisco in cui un caffè ne costa mediamente 5 è quasi un atto rivoluzionario!), con il focus incentrato interamente sulla qualità delle materie prime. Riducendo il costo del lavoro grazie all’automazione del processo, Creator può garantire una carne premium, proveniente da Country Natural Beef, una filiera grass-fed che certifica l’assenza di ormoni della crescita e antibiotici, verdure biologiche di aziende agricole del territorio, la scelta tra due tipi di formaggio tra Cheddar, Cheddar affumicato, Sharp Cheddar, Gruviera e Monterey Jack, pan brioche prodotto da un forno della città e una scelta tra 15 salse per soddisfare i gusti di tutti i palati. Ogni burger è preparato sul momento dal robot attraverso un macchinario ben in vista nel locale.
Elena Benedetti

Creator
680 Folsom Street — San Francisco, CA (USA)
>> Link: www.creator.rest
Lun.-Ven.: 11:00-14:00

Nota
Fonti: TechCrunch e Makezine.com

 

Didascalia: design lineare e minimal per il robot Creator, a vista nell’omonimo locale di San Francisco. Tutti gli ingredienti utilizzati senza impiego di personale sono freschi e lavorati sul momento (photo © creator.rest).

Photogallery

Eurocarni
Anno:

Numero:


Cerca negli articoli di Eurocarni:
Euro Annuario Carne
La banca dati Europea del mercato delle carni sempre aggiornata, utile strumento di lavoro per gli operatori del settore lavorazione, commercio e distribuzione carni.