Edizioni Pubblicità Italia

Eurocarni nr. 11, 2020

Rubrica: Fiere
(Articolo di pagina 110)

Appuntamento con Fiere Zootecniche Internazionali

Roberto Biloni, neopresidente di CremonaFiere, anticipa i contenuti dell’edizione 2020 in programma dal 3 al 5 dicembre

Torna l’appuntamento annuale con Fiere Zootecniche Internazionali di Cremona, in programma da giovedì 3 a sabato 5 dicembre 2020. Lo ha assicurato il nuovo presidente di CremonaFiere Spa, Roberto Biloni: «Fiere Zootecniche Internazionali è stato riprogrammato a dicembre per garantire una manifestazione fieristica in totale sicurezza. Per i settori a cui si rivolgono queste rassegne Cremona e il suo territorio ricoprono un ruolo di primo piano perché qui affondano le radici l’allevamento e l’agroalimentare».

 

Quali saranno le principali novità?

«La prima novità è rappresentata dalle date, dal 3 al 5 dicembre. Una scelta che parte da elementi organizzativi dettati dall’emergenza sanitaria e dall’opportunità di rispondere ancor meglio alle necessità della mostra zootecnica. L’altra novità è che la rassegna si terrà sia in presenza che in digitale per consentire una piena e serena fruizione dell’evento: fisica, ma in sicurezza, perché l’incontro tra le persone è la modalità più naturale, proficua e insostituibile; digitale, perché in epoca Covid dobbiamo essere capaci di raggiungere chi non è in grado di venire a Cremona, che sia un operatore italiano o internazionale. Infine, per amalgamare queste modalità prevediamo una componente espositiva che consenta di mantenere il distanziamento fruendo facilmente degli spazi, facilitando il business in condizioni di totale sicurezza e applicando tutti i protocolli già presentati dalla nostra associazione al Governo».

 

Ci sarà qualche approfondimento sulle razze da carne?

«Non ci saranno approfondimenti specifici, ma alcuni temi sono assolutamente trasversali: dal benessere animale alla sostenibilità, dalle energie rinnovabili alla gestione degli allevamenti in epoca post-Covid».

 

Quali saranno le misure anti-Covid per garantire lo svolgimento in sicurezza per visitatori ed espositori?

«Come ho ricordato, le regole saranno quelle stabilite dal protocollo già condiviso dalla nostra associazione e approvato dal Governo. Le modalità sono ormai note e vanno dalla registrazione elettronica degli operatori, che tra l’altro noi facciamo già da diversi anni, alla misurazione della temperatura in ingresso che precluderà l’accesso a chi dovesse superare i 37,5 ºC, all’igienizzazione delle mani all’ingresso oltre a interventi accurati e costanti di pulizia nei padiglioni e nelle aree comuni. Sarà richiesto l’uso obbligatorio delle mascherine e l’applicazione delle ormai usuali regole di comportamento per evitare gli assembramenti. In pratica, dovremo comportarci tutti come ci viene richiesto ormai da mesi in tutte le circostanze della vita quotidiana, da quella privata a quella lavorativa».

 

Un tema che inizia ad essere caro al consumatore finale è quello del benessere animale. Ci saranno contenuti ad hoc su questo argomento?

«Certamente. Il benessere animale è uno dei temi portanti perché rappresenta uno snodo importante anche per la valorizzazione della nostra filiera. Il benessere animale ha una importante componente etica che può diventare un ulteriore valore aggiunto nei nostri prodotti e si traduce anche in maggiore sostenibilità per le aziende».

 

>> Link: www.fierezootecnichecr.it

 

Fiere Zootecniche Internazionali di Cremona

Per far fronte alle esigenze di sicurezza sanitaria, semplificazione logistica, ottimizzazione e visibilità delle aziende, e ospitare anche quest’anno una mostra zootecnica d’eccellenza, Fiere Zootecniche Internazionali di Cremona ha scelto per l’edizione 2020 le date del 3, 4 e 5 dicembre invece di ottobre. La rassegna si svolgerà sia fisicamente sia in modalità on-line e proporrà un ampio e articolato programma convegnistico, un qualificato parco espositivo con la presenza delle aziende più rappresentative del settore, l’esposizione dei migliori capi di bestiame, figli della più moderna selezione genetica appartenenti alle razze Frisona, Bruna, Jersey. Il settore oggi più che mai ha bisogno di un’occasione di confronto fra gli operatori, pertanto CremonaFiere sta lavorando per fornire una vetrina unica in presenza e on-line, in quest’anno eccezionale per il modello produttivo italiano. Tutto si svolgerà mettendo al centro la sicurezza sanitaria, nel massimo rispetto delle disposizioni anti-Covid previste dalla normativa vigente.

 

Didascalia: Roberto Biloni, presidente di CremonaFiere (photo © laprovinciacr.it).

Photogallery

Eurocarni
Anno:

Numero:


Cerca negli articoli di Eurocarni:
Euro Annuario Carne
La banca dati Europea del mercato delle carni sempre aggiornata, utile strumento di lavoro per gli operatori del settore lavorazione, commercio e distribuzione carni.