Edizioni Pubblicità Italia

Eurocarni nr. 10, 2020

Rubrica: Speciale Marche
Articolo di Rella M.
(Articolo di pagina 90)

Benedetti: modello di buon governo zootecnico associato BovinMarche

Sulle colline di Mercatello del Metauro (PU), nel cuore delle Marche, tra le zone interne e suggestive di questa incantevole regione, Massimo e Nazareno Benedetti sono degni “ambasciatori” della razza bovina Marchigiana e il loro allevamento un modello di “buon governo” zootecnico. Allevatori da generazioni, l’attività di famiglia si può ricondurre almeno fino ai tempi del nonno, all’epoca commerciante di bestiame, “transumante” — a piedi, ovviamente — verso il mercato di Viterbo, non proprio dietro l’angolo.

In questo bell’allevamento in località Case del Sole i fratelli Benedetti allevano oggi 160 capi e 4 balie di Pezzata rossa, in un’azienda zootecnica di 130 ettari di proprietà in unico corpo, altri 70 sono in affitto.

Un allevamento a ciclo chiuso per la linea vacca-vitello, con ingrasso e trasformazione in carne. «E l’alimentazione per l’80-85% con i nostri prodotti naturali» ci dice Massimo. «Tra l’altro siamo certificati biologici sul vegetale: mais, orzo, favino, soia, crusca e 4% di lino, ricco di Omega-3. E tutto è anche non ogm, certificato!».

In realtà sono 5 le certificazioni dell’allevamento Benedetti, un plus di burocrazia che però riconosce il loro lavoro sulla qualità. Oltre al biologico e all’Ogm free, rivendicano la Igp Vitellone Bianco dell’Appennino Centrale (riconosciuta per razze Chianina, Marchigiana e Romagnola) e il marchio CreNBA per il benessere animale, e da poco l’Antibiotic free.

I capi hanno oltre 10 m2 di spazio in stalla ciascuno, passano metà dell’anno al pascolo e 6-7 mesi di fissaggio in stalla prima della macellazione per la formazione del grasso. L’età di macellazione da disciplinare è di 12-24 mesi, mediamente sono pronti al ventesimo mese. Dai 9 quintali di peso vivo hanno una resa di 6,5 quintali. Durante la visita all’allevamento abbiamo incontrato anche il presidente di BovinMarche, Domenico Romanini. «Siamo stati i primi in Europa a tracciare il percorso della carne, ben 9 timbri per mezzena, uno su ogni taglio» ci ha detto Romanini. «Abbiamo 400 soci e 80 macellerie convenzionate, lavoriamo su un areale che va dalla Romagna al Beneventano. Tutti i nostri animali hanno il dna depositato grazie all’uso di una marca geno-auricolare che trattiene dei tessuti dell’orecchio; fu introdotta obbligatoriamente tre anni fa per l’Igp».

Dal 2000 l’associazione dispone anche di un laboratorio a Fermo per la lavorazione, a marchio Carni Marche, e si avvale di un centro logistico a Senigallia. La cooperativa stabilisce un prezzo ogni anno e quanti capi per ogni socio, garantendo il reddito.

Quelli dei soci Bovinmarche sono tipici e tradizionali allevamenti a ciclo chiuso e allevamenti ovini che tutte le estati praticano la transumanza verso le montagne dell’Appennino; ma anche piccoli allevamenti di suini che adottano sistemi tradizionali e alle volte il semibrado.

Bovinmarche è stata la prima organizzazione in Europa ad implementare un sistema di tracciabilità elettronica per i bovini attraverso un proprio disciplinare di etichettatura (1996). L’associazione, nel  tempo, ha introdotto la certificazione NO OGM per l’alimentazione dei bovini, la CReNBA per il rispetto del benessere animale e l’Antibiotic free.

Gli allevamenti ovini, oltre ad aderire al Disciplinare “Igp Agnello del Centro Italia”, aderiscono nella quasi totalità al sistema di certificazione biologica, mentre negli allevamenti suini è stato avviato un progetto per introdurre la certificazione Antibiotic free.

A dicembre 2019 Bovinmarche ha ottenuto anche la certificazione “Friend of the Earth” della World Sustainability Organization (WSO) per le produzioni ovine.

Massimiliano Rella

 

Didascalia: Massimo Benedetti, nel suo allevamento a Mercatello sul Metauro (PU), insieme al presidente di BovinMarche, Domenico Romanini (photo © Massimiliano Rella).

Photogallery

Eurocarni
Anno:

Numero:


Cerca negli articoli di Eurocarni:
Euro Annuario Carne
La banca dati Europea del mercato delle carni sempre aggiornata, utile strumento di lavoro per gli operatori del settore lavorazione, commercio e distribuzione carni.