Edizioni Pubblicità Italia

Eurocarni nr. 5, 2019

Rubrica: Immagini
(Articolo di pagina 20)

Firma del protocollo Inalca

Quasi 2 Italiani su 3 (63%) sarebbero disposti a pagare di più per carne ottenuta rispettando al massimo il benessere degli animali: è ciò che emerge dall’analisi Coldiretti/Ixè riportata in occasione della firma del protocollo Inalca (Gruppo Cremonini) alla presenza del presidente di Coldiretti Ettore Prandini. Il protocollo stabilisce nuovi criteri di qualità nell’allevamento bovino come la corretta gestione dello spazio per ogni animale, il microclima, l’organizzazione delle mandrie, le pratiche di biosicurezza, la nutrizione e l’utilizzo della paglia per la lettiera e avrà un impatto importante per tutto il settore delle carni bovine in Italia grazie agli accordi di filiera avviati proprio con Coldiretti. L’obiettivo è migliorare i già alti standard qualitativi della bistecca made in Italy in un contesto di consumo che vede il 95% degli Italiani mangiare carne nonostante fake news, allarmismi infondati, provocazioni e campagne diffamatorie. Col 18% degli Italiani che ne porta in tavola meno di 100 grammi alla settimana, il 45% dai 100 ai 200 grammi e il 24% tra i 200 ed i 400 grammi, a livello nazionale il consumo di carne risulta equilibrato e ben al di sotto del limite di 500 grammi alla settimana consigliato dall’Organizzazione Mondiale della Sanità. L’approfondimento a pagina 48 (fonte: EFA News, European Food Agency; photo © Tatiana Murr – stock.adobe.com).

Photogallery

Eurocarni
Anno:

Numero:


Cerca negli articoli di Eurocarni:
Euro Annuario Carne
La banca dati Europea del mercato delle carni sempre aggiornata, utile strumento di lavoro per gli operatori del settore lavorazione, commercio e distribuzione carni.