Edizioni Pubblicità Italia

Eurocarni nr. 5, 2019

Rubrica: Fiere
(Articolo di pagina 154)

Fieragricola, accordo con UNAItalia per valorizzare avicoli e suini

In programma a Verona dal 29 gennaio al 1º febbraio 2020

Accordo tra Fieragricola, rassegna internazionale dedicata all’agricoltura e alla zootecnia, e Unaitalia (Unione nazionale delle filiere agroalimentari carni e uova), l’associazione di categoria che rappresenta oltre il 90% dell’intera filiera avicunicola nazionale e una parte di quella suinicola, in vista della 114ª edizione della manifestazione biennale, in programma a Veronafiere dal 29 gennaio all’1 febbraio 2020. L’obiettivo della collaborazione riguarderà la promozione nazionale delle filiere avicole e suinicole del sistema associativo di Unaitalia, a cui appartengono le principali realtà del settore. La partnership passerà attraverso una condivisa valorizzazione delle filiere già a partire dal 2019 e un solido programma convegnistico, volto a sensibilizzare il sistema rispetto a nuovi modelli organizzativi improntati alla qualità e alla tracciabilità e rivolti alla tutela del consumatore finale. «Alla luce di un’attenzione crescente che la nostra rassegna internazionale dedica all’allevamento quale elemento portante dell’azienda agricola, abbiamo ritenuto che Unaitalia potesse moltiplicare l’impatto diretto di Fieragricola sugli allevatori avicoli e su filiere che hanno grandi potenzialità sui mercati esteri» ha dichiarato il direttore generale di Veronafiere Giovanni Mantovani.
«Siamo felici di poter valorizzare le eccellenze della filiera avicunicola e suinicola nazionale, che rappresentiamo grazie alla partnership con Fieragricola e alla crescente attenzione dedicata alla zootecnia» afferma il presidente di Unaitalia Antonio Forlini. «Intendiamo portare all’interno di questo progetto tutte le migliori e più innovative esperienze che all’interno delle nostre filiere vengono sviluppate quotidianamente nella gestione degli allevamenti e nell’attenzione al benessere animale».
Più specificatamente, gli asset sui quali approfondire l’offerta fieristica riguardano la genetica, le tecnologie per la realizzazione delle strutture e la gestione degli allevamenti, nutrizione e benessere animale. Unaitalia avrà il proprio stand istituzionale al padiglione 11 e sarà coinvolta nella gestione dell’area Forum con convegni, seminari, tavole rotonde su innovazioni, tendenze e modelli relativi alla filiera avicola italiana, comprese case history di economia circolare, tema portante della fiera. Unaitalia, infine, sposterà a Fieragricola 2020 la terza edizione del Premio avicoltore dell’anno, che si celebrerà all’interno dell’area Forum.

>> Link: www.fieragricola.it

 

Altre notizie

The Innovation Alliance: torna nel 2021 a Milano il grande progetto di filiera

Dopo gli importanti risultati registrati al suo debutto nel 2018 con 150.110 presenze di operatori dei diversi comparti dell’industria manifatturiera, per il 27% esteri, The Innovation Alliance ha annunciato le date della prossima edizione, a Fiera Milano da martedì 4 maggio a venerdì 7 maggio 2021, confermando la logica di filiera e lo svolgimento in contemporanea di cinque manifestazioni dedicate alla meccanica strumentale (PLAST, IPACK-IMA, MEAT-TECH, Print4All e INTRALOGISTICA ITALIA). I numeri cui si punta per la prossima edizione si confermano importanti: 5 fiere su 17 padiglioni, praticamente quasi l’intera superficie del quartiere di Rho, per proporre una sorta di ideale linea industriale. Una formula pensata a vantaggio del visitatore professionale, che avrà modo di valutare nello stesso momento tecnologie applicabili in diversi contesti, sviluppando competenze di insieme e traendo vantaggio da contaminazioni virtuose. «La logica di sistema da cui nasce The Innovation Alliance si è dimostrata una chiave vincente, che può diventare d’ispirazione anche per altri appuntamenti. Agire in sinergia aumenta infatti l’attrattività internazionale e favorisce la competitività nel mercato globale. Inoltre Fiera Milano, i cui spazi e servizi ben si prestano a un format di simili dimensioni, e Milano, sempre più percepita come dinamica metropoli europea, potranno essere l’ulteriore tratto distintivo di un evento che in Europa, per le sue caratteristiche, è unico» dichiara Fabrizio Curci, Amministratore Delegato di Fiera Milano. Una proposta che raccoglierà il meglio delle macchine destinate all’industria manifatturiera, applicazioni differenti che vanno dalla lavorazione della gomma e della plastica alle tecnologie di processo alimentare, dal packaging per i comparti food e non food alla personalizzazione grafica, fino allo stoccaggio e alla movimentazione del prodotto finito. Macchine che gestiscono fasi diverse del processo produttivo industriale accomunate da un altissimo livello di innovazione e grandi investimenti in ricerca e sviluppo, soprattutto alla luce dei grandi cambiamenti che stanno investendo ogni comparto. Smart manufacturing, automazione avanzata, robotica, intelligenza artificiale, industry 4.0 stanno letteralmente stravolgendo il mondo industriale, imponendo non solo l’innovazione di sistemi e processi, ma anche una formazione specifica necessaria per valorizzare e rafforzare le competenze del capitale umano all’interno del nuovo scenario. In questo contesto di grande cambiamento, fare sistema tra settori vicini e spesso chiamati a interagire da logiche commerciali diventa un valore aggiunto. È questo l’obiettivo strategico condiviso che ha portato tutti i partner coinvolti — Fiera Milano, Deutsche Messe e le associazioni ACIMGA (Associazione dei Costruttori Italiani di Macchine per l’Industria Grafica, Cartotecnica, Cartaria, di Trasformazione e Affini), AMAPLAST (Associazione Nazionale Costruttori di Macchine e Stampi per Materie Plastiche e Gomma), UCIMA (Unione Costruttori Italiani Macchine Automatiche per il confezionamento e l’imballaggio) e ARGI (Associazione Fornitori Industria Grafica) — a rinnovare la collaborazione per riproporre un evento dalla grande attrattività internazionale, in grado di accogliere e valorizzare la capacità progettuale e produttiva di un made in Italy apprezzato a livello globale (la media dell’export è pari a circa l’80%) ma anche di dare spazio al meglio della produzione mondiale a servizio dell’industria manifatturiera.

>> Link: www.ipackima.it

Photogallery

Eurocarni
Anno:

Numero:


Cerca negli articoli di Eurocarni:
Euro Annuario Carne
La banca dati Europea del mercato delle carni sempre aggiornata, utile strumento di lavoro per gli operatori del settore lavorazione, commercio e distribuzione carni.