Edizioni Pubblicità Italia

Eurocarni nr. 9, 2018

Rubrica: Tendenze
(Articolo di pagina 24)

Ismea: la situazione del mercato ovicaprino in Europa e prospettive 2018 per il mercato italiano

Si è svolto lo scorso 11 giugno a Bruxelles, presso la DG Agri, l’incontro del gruppo di previsione per il settore delle carni ovicaprine a cui ha preso parte anche Ismea. In questa occasione sono stati presentati i dati aggiornati sulla filiera ovicaprina in ambito nazionale e si sono tracciate le ipotesi di evoluzione del mercato nel 2018. La produzione ovicaprina italiana, pur rappresentando solo il 4% della produzione europea e malgrado la scarsa rilevanza a livello economico (nel 2017 rappresentava l’1,2% del totale agricoltura ai prezzi di base), continua ad essere considerata strategica per lo sviluppo delle aree svantaggiate e per il suo ruolo sociale ed ambientale. Il patrimonio si attesta ormai da anni attorno agli 8 milioni di capi, dei quali poco più di uno è costituito da caprini. I consumi in continua contrazione, la concorrenza estera e la scarsa redditività restano i problemi strutturali del comparto che ne compromettono un’evoluzione espansiva. Nel corso della giornata sono stati presentati i dati di domanda, offerta e prezzi in ambito nazionale ed è stato evidenziato il risultato di un’indagine svolta da Ismea sulla redditività dell’allevamento ovino in Sardegna. Dall’indagine emerge come solo l’alto livello del sostegno pubblico stia consentendo alle aziende nazionali di restare in attività (fonte: Ismea; photo © Brandt Bolding).

www.ismea.it

Photogallery

Eurocarni
Anno:

Numero:


Cerca negli articoli di Eurocarni:
Euro Annuario Carne
La banca dati Europea del mercato delle carni sempre aggiornata, utile strumento di lavoro per gli operatori del settore lavorazione, commercio e distribuzione carni.