Edizioni Pubblicità Italia

Eurocarni nr. 9, 2018

Rubrica: Aziende
Articolo di Benedetti E.
(Articolo di pagina 42)

Black Angus, il pedigree della Val Nure

Da un dono di famiglia ad una nuova avventura che ha coniugato la passione per l’allevamento,oggi biologico, per le cose fatte bene e una vita che segue i ritmi della natura

La vita è sorprendente e la sto­ria della Società Agricola Nure ne è la dimostrazione. In una giornata di piena estate, in località Amolo di Vigolo, a pochi chilometri da Bettola (PC), incontro i titolari della società, Elena Lazzari e Giovanni Signori. Elena si occupa da sempre di counselling e mediazione familiare, mentre Giovanni ha maturato 40 anni di esperienza nel mondo delle proteine animali con il Gruppo Quabas di Castelvetro Piacentino (PC) e una visione globale del commercio delle carni. Già uniti da un progetto di vita insieme, nel 2011 hanno iniziato questa avventura nell’allevamento. L’idea è nata per caso, più precisamente da un regalo tanto inaspettato quanto gradito: un splendido capo di Black Angus con un enorme fiocco che Lorenzo Signori fece recapitare alla festa dei sessant’anni del padre Giovanni. Un dono speciale per un uomo da sempre a contatto con allevatori di tutto il mondo, dal Sud America agli Stati Uniti e Canada e segnato da un’autentica passione per la carne, forse ereditata dal padre macellaio scomparso prematuramente.
Da quel singolo capo, nel corso del tempo in casa Signori ha preso forma via via l’idea di avviare un allevamento sulle colline piacentine intorno a Bettola, nella Val Nure. E dato che qui abbiamo a che fare con veri professionisti che, se decidono di fare qualcosa, la fanno al meglio, oggi contiamo una realtà di 130 capi di razza purissima Black Angus, certificati dalla scozzese Aberdeen-Angus Cattle Society, che vivono liberi al pascolo per 365 giorni all’anno in un appezzamento di 56 ettari.
Ci troviamo a 600 metri sopra il livello del mare, in un ambiente che alterna le zone verdeggianti dell’alta valle a borghi in sasso, castelli e antiche torri. Qui si rifugiano i piacentini nelle torride serate estive e tanti milanesi trovano riposo nelle case di vacanza.
L’habitat è fatto di colline erbose e corsi d’acqua, perfetto per crescere i capi di Black Angus, un’antichissima razza bovina da carne, forse la più allevata nel mondo, che prende proprio il nome dalla zona della Scozia da cui ha origine.
Ogni singolo bovino è verificato attraverso l’esame del DNA dalla Aberdeen-Angus Cattle Society (www.aberdeen-angus.co.uk), l’organismo che certifica la purezza della razza. «Dal mese di luglio vantiamo anche l’accreditamento all’allevamento biologico — aggiunge Elena con un pizzico di meritata soddisfazione – un plus per la nostra società agricola.
L’attenzione al benessere dei nostri animali è sempre stata la priorità e in un contesto di questo tipo, col pascolo libero tutto l’anno, i foraggi della nostra tenuta e l’aggiunta di fieno biologico del territorio solo per integrare la loro razione nei picchi di caldo estivo o quando le temperature si fanno rigide d’inverno, riusciamo a garantire un allevamento naturale».
Gli animali pascolano liberi in piccoli gruppi, tra i prati e, nelle ore più soleggiate, protetti dalle aree boschive. «L’acqua è quella di quattro sorgive naturali» mi spiega Giovanni Signori mentre con un pick-up ci muoviamo da una collina all’altra. «Qui i ritmi sono dettati da madre natura. L’obiettivo è arrivare a 150 capi entro fine anno e consolidare la nostra attività di vendita del vivo per la riproduzione».
E chissà quali altri progetti svilupperà questo vulcanico imprenditore che vive in un piccolo grande paradiso circondato dai suoi Black Angus.
Elena Benedetti

 

4 cose da sapere sul Black Angus

  1. La razza si è sviluppata circa due secoli fa e oggi rappresenta a pieno titolo un marchio di fama mondiale nel settore della zootecnia, non solo per la facilità nell’allevamento dei capi ma anche per la sua carne di alta qualità, assai apprezzata dai consumatori.
  2. Questo animale, caratterizzato da un pelo raso di colore nero e senza corna, è forte, fertile e longevo e ben si adatta anche a climi difficili, data la sua origine nei pascoli freddi e ventosi della Scozia.
  3. I tori Aberdeen-Angus sono conosciuti per il buon carattere, docile, calmo che li rende particolarmente facili da maneggiare e piacevoli da allevare.
  4. Le vacche, di facile parto e di gestazione naturale, evitano le tensioni associate agli allevamenti bovini.

 

Società Agricola Nure
Località Amolo di Vigolo
29021 Bettola (PC)
Telefono: 0523 257111
E-mail:
info@agricolanure.it
Web: www.agricolanure.it

Photogallery

Eurocarni
Anno:

Numero:


Cerca negli articoli di Eurocarni:
Euro Annuario Carne
La banca dati Europea del mercato delle carni sempre aggiornata, utile strumento di lavoro per gli operatori del settore lavorazione, commercio e distribuzione carni.