Edizioni Pubblicità Italia

Eurocarni nr. 9, 2018

Rubrica: La carne nel mondo
(Articolo di pagina 10)

USA

Il volume delle esportazioni statunitensi di carne suina ad aprile è stato di 230.049 tonnellate, il 13% in più rispetto ad un anno fa, raggiungendo così il precedente massimo di novembre 2016. Il valore delle esportazioni è stato di $ 584,1 milioni, anch’esso più elevato del 13%. Da gennaio ad aprile il volume delle esportazioni di carne suina è aumentato del 4% rispetto al ritmo record dello scorso anno, raggiungendo le 866.346 tonnellate, mentre il valore è aumentato del 9% con $ 2,29 miliardi. Le esportazioni hanno pesato per circa il 30% sulla produzione totale di carne suina in aprile, rispetto al 28,4% di un anno fa. Il Messico è stato ancora una volta la destinazione principale, con un volume che ha raggiunto le 79.019 tonnellate, il 34% in più rispetto al valore del 2017. Tuttavia, proprio il Messico ha annunciato l’imposizione di tariffe doganali sulle importazioni della maggior parte dei prodotti a base di carne di maiale dal 5 giugno. La tariffa per i tagli di carne refrigerati e congelati è del 10% e resterà tale fino al 5 luglio, quando aumenterà fino al 20%. Le esportazioni di carne di maiale verso la Corea del Sud hanno continuato a crescere in aprile, con un volume che è aumentato significativamente rispetto all’anno precedente (25.370 tonnellate, 74%). Le esportazioni di carne suina verso Cina e Hong Kong ad aprile sono state pari a 41.567 tonnellate, in calo del 14% rispetto ad un anno fa, mentre tra gennaio e aprile sono diminuite del 15% rispetto allo scorso anno di volume (153.248 t). Stabile invece il valore ($ 356.6 milioni), nonostante l’aggiunta del 25% di dazio in vigore dal 2 aprile (fonte: usmef.org3tre3.it; photo © talsen – stock.adobe.com).

 

Altre notizie

 

Inalca prosegue nell’espansione internazionale: acquisita la società Mille Sapori Plus in Polonia

Inalca Spa, società controllata dal Gruppo Cremonini e partecipata al 28,4 % da IQ Made in Italy Investment Company (detenuta al 50% da CDP Equity, Gruppo Cassa Depositi e Prestiti), attraverso la società Inalca Food & Beverage (IF&B), ha acquisito il 60% del capitale di Mille Sapori Plus Sp. z.o.o., operatore leader nella distribuzione di prodotti alimentari italiani nel mercato del foodservice polacco. Mille Sapori, con sede a Varsavia, è stata fondata otto anni fa da un imprenditore italiano, Luciano Pavone, che resterà socio al 40% e manterrà la gestione operativa del business come CEO della società. Mille Sapori vende già oltre 1.300 referenze di prodotti alimentari di origine italiana, che distribuisce con una flotta di automezzi propri che raggiungono in maniera capillare oltre 1.000 ristoranti, con un fatturato atteso per il 2018 pari a 88 milioni di zloty (circa 20 milioni di euro). Si prevede per la società un importante piano di sviluppo in quanto la Polonia, con una crescita del PIL tra le più alte in Europa ed una spesa per consumi delle famiglie aumentata nel 2017 del 4,7%, è oggi una delle realtà più interessanti per il mercato della ristorazione fuori casa, stimato ad ora in oltre 6,5 miliardi di euro e che continua a crescere a ritmo sostenuto. Questa per Inalca è l’ultima di una serie di acquisizioni mirate alla creazione di una società leader sul mercato internazionale per la vendita e distribuzione di prodotti per la ristorazione italiana nel mondo, che potrà fungere da piattaforma distributiva per tutti quei piccoli produttori italiani che non hanno la forza e le infrastrutture per far arrivare i loro prodotti sulle tavole dei ristoranti e hotel nel mondo. Ulteriori sinergie potranno in futuro essere sviluppate una volta completato l’impianto di macellazione, disosso e produzione di carne bovina in fase di realizzazione da parte di Inalca a Sochocin (a circa 70 km a nord di Varsavia), previsto entro la fine del prossimo anno. «Con questa operazione IF&B ha l’opportunità di svilupparsi rapidamente in uno dei più dinamici mercati europei, in cui la domanda di prodotti di eccellenza della cucina Italiana è in costante e forte crescita» ha dichiarato Augusto Cremonini (in foto), CEO di IF&B. «Con l’acquisizione di Mille Sapori, IF&B otterrà un eccellente presidio su tutto il territorio polacco». Per Guido Rivolta, CEO di CDP Equity, «l’acquisizione di Mille Sapori è perfettamente coerente con la tesi di investimento di CDP Equity in Inalca: rafforzare l’attività di distribuzione di prodotti agroalimentari all’estero, con l’obiettivo di promuovere e diffondere le eccellenze alimentari italiane nel mondo». L’acquisizione in Polonia segue quelle già effettuate da IF&B in Australia, Capo Verde, Tailandia, USA, Malesia, Messico, Isole Canarie e Hong Kong, e porterà il fatturato di Inalca Food & Beverage a superare quest’anno i 100 milioni di euro.

>> Link: www.inalcafb.itwww.cremonini.com

Photogallery

Eurocarni
Anno:

Numero:


Cerca negli articoli di Eurocarni:
Euro Annuario Carne
La banca dati Europea del mercato delle carni sempre aggiornata, utile strumento di lavoro per gli operatori del settore lavorazione, commercio e distribuzione carni.