Edizioni Pubblicità Italia

Eurocarni nr. 8, 2018

Rubrica: La carne nel mondo
(Articolo di pagina 10)

La carne nel mondo

Francia

Lo scorso 18 aprile i protagonisti dei quattro settori della produzione avicola francese hanno messo a punto gli ultimi elementi per la nascita di un ente interprofessionale unico il cui riconoscimento ufficiale dovrebbe avvenire a settembre. L’Interprofessione sarà composta da 15 membri suddivisi in sei collegi: incubatoi (SNA-Syndicat National des Accouveurs), produttori privati di alimenti (SNIA-Syndicat National des Industriels de la Nutrition Animale) e cooperative (Coop de France Nutrition Animale), allevatori di pollame (FNSEA/CFA/JA, Coordination rurale/Cnada, Confédération paysanne), organizzazioni private di produttori (AOPV) e cooperative (Coop de France aviculture), macelli (Fia-Fédération des Industries Avicoles, Cnadev, Fenscopa) e, soprattutto, distributori (FCD, Restau’co, SNRC, Confédération des bouchers). A questi si aggiungono i quattro Comitati di specie: CIDEF, Cicar, CIP, CPIC e il Sindacato dei marchi avicoli (Synalaf-Syndicat National des Labels Avicoles de France), considerato un “membro speciale”. L’ente avrà a disposizione un “contributo a valle” di circa 360.000 euro l’anno. La direttrice di Itavi Anne Richard ha assunto il ruolo di amministratore delegato e sarà assistita da Yann Brice (ex CIDEF) ai Comitati di spesa e all’ATM. La sua missione è chiara: l’attuazione di un piano di settore quinquennale, con obiettivi ambiziosi come la riconquista del mercato interno e lo sviluppo di processi di qualità (fonte: pleinchamp.com – UNAItalia; photo © shocky – stock.adobe.com)

Photogallery

Eurocarni
Anno:

Numero:


Cerca negli articoli di Eurocarni:
Euro Annuario Carne
La banca dati Europea del mercato delle carni sempre aggiornata, utile strumento di lavoro per gli operatori del settore lavorazione, commercio e distribuzione carni.