Edizioni Pubblicità Italia

Eurocarni nr. 8, 2018

Rubrica: Eventi
(Articolo di pagina 56)

Bistecca day al Villaggio Coldiretti

L’iniziativa #stocoicontadini è approdata a Torino

È la più grande riproduzione di una fattoria in città, tra piazza Castello e i Giardini Reali: l’occasione per familiarizzare con i prodotti della tradizione italiana e sostenere le battaglie volte a difenderli, in primis dalla concorrenza sleale di altri Paesi. Venerdì 15 giugno, nel pieno centro di Torino, si è inaugurato il Villaggio della Coldiretti, iniziando proprio con un “Bistecca day”. All’appuntamento si sono presentate centinaia di persone (si parla di oltre 700.000 visitatori nell’intero fine settimana), in rappresentanza di quella maggioranza silenziosa degli Italiani che, nonostante gli allarmismi, le provocazioni e le campagne diffamatorie non rinuncia a un alimento determinante per la salute come la carne. Tre giorni di festa tra stand, laboratori e intrattenimento per promuovere la qualità della carne italiana non a caso in Piemonte, la regione con il primato nella valorizzazione delle carni da razze storiche italiane. All’inaugurazione hanno partecipato il neoministro delle Politiche Agricole Gian Marco Centinaio e quello dell’Ambiente Sergio Costa, insieme con la sindaca di Torino Chiara Appendino e il presidente di Coldiretti Roberto Moncalvo. «Le battaglie di Coldiretti sono le nostre battaglie» ha dichiarato Centinaio. «I consumatori devono essere tutelati e messi in condizione di fare scelte consapevoli. Chi falsifica i prodotti made in Italy sarà il mio primo nemico. Bisogna lottare per tutelare la qualità e il rispetto del lavoro». «Il successo del Villaggio contadino a Torino è la testimonianza dell’enorme crescita della sensibilità degli Italiani vero stili di vita sani e in equilibrio con la natura per i quali l’agricoltura nazionale può offrire i primati conquistati nella qualità, nella sostenibilità ambientale e nella sicurezza alimentare a livello europeo e mondiale» ha commentato Moncalvo.

 

Carne alla riscossa sulla griglia
Sono 9,6 milioni gli Italiani che colgono l’occasione dell’arrivo della bella stagione per partecipare alle tradizionali grigliate di carne, al mare, in montagna, nei parchi, in campagna o nelle case dotate di spazi adeguati: è quanto emerge dall’indagine Coldiretti/Ixè divulgata proprio in occasione di questa Giornata nazionale della bistecca. “Vola, in particolare, il consumo di bistecca Doc” sottolinea la Coldiretti. “Nel Paese stiamo assistendo ad una decisa svolta verso la qualità nella scelta della carne, col 45% degli Italiani che privilegia quella proveniente da allevamenti italiani, il 29% sceglie carni locali e il 20% quella con marchio Dop, Igp o con altre certificazioni di origine. La domanda di qualità e di garanzia dell’origine, inoltre, ha portato ad un vero boom nell’allevamento delle razze storiche italiane da carne che, dopo aver rischiato l’estinzione, sono tornate a ripopolare le campagne dagli Appennini alle Alpi”.

 

I consigli dei tutor
“Per avere un ottimo risultato dalla cottura con il barbecue — raccomanda la Coldiretti — la regola di base è quella di ricorrere a materie prime di qualità, molto meglio se made in Italy, che garantiscono freschezza e genuinità come sostengono i tutor della carne di Coldiretti che offrono consigli su acquisti e ricette nei mercati di Campagna Amica. È poi possibile risparmiare fino al 50% con l’acquisto di tagli alternativi meno conosciuti e più economici, ma anche più adatti al piatto che si vuole portare in tavola, senza rinunciare alla qualità italiana. Per questo è importante valorizzare anche i “pezzi” minori di carne nella consapevolezza che, per esempio, del bovino non esiste solo la fiorentina, ma ci sono altre parti dal sapore caratteristico che appartengono alla tradizione culinaria italiana come per esempio la squisita faentina (pancia tagliata a fette e cotta alla griglia), la lingua salmistrata e la trippa in umido. I tagli di carni bovine italiane, a partire da quelli delle razze Piemontese, Chianina, Maremmana, Marchigiana, Podolica e Romagnola sono perfetti per essere arrostiti alla griglia, ma anche la braciola di maiale e le salsicce di suino italiano hanno caratteristiche qualitative inappuntabili. Un po’ di pazienza in più occorre per cuocere il pollo, mentre anche la carne di coniglio dà ottime performance sulla griglia”.

 

#stopcibofalso e la Spesa sospesa
Nella tre giorni sono state raccolte anche le firme per la campagna #stopcibofalso per chiedere alla UE l’etichettatura d’origine su tutti i prodotti alimentari. Ma ha dato ottimi risultati anche l’iniziativa Spesa sospesa di Coldiretti, Campagna Amica e Caritas, con la possibilità per i visitatori di lasciare pagati frutta, verdura, formaggi, salumi e ogni tipo di genere alimentare della spesa a chi non può permettersela, e grazie alla quale è stata raccolta oltre una tonnellata di cibo da destinare alle famiglie in difficoltà.

 

Fattoria italiana
#stocoicontadini è stata un’occasione unica per scoprire la Fattoria italiana, dalla minuta Pezzata rossa Oropa, fino alla Cabannina, considerata a rischio di estinzione per i pochi animali ancora presenti, dall’asino di Martina Franca, la più grande razza italiana, alla pecora delle Langhe, che stava scomparendo, alla Sambucana, dalla preziosa lana, ma anche il maiale nero di Parma, la capra di Roccaverano dal cui latte si ottiene l’inimitabile robiola di Roccaverano Dop. E, ancora, le razze curiose di oche, anatre, conigli e galline come la Bionda Piemontese, detta anche bianca di Cavour, che animano la campagna italiana. Grande successo anche per il “battesimo della sella” promosso dai carabinieri forestali con i cavallini di Monterufoli. Per i giovani l’appuntamento clou è stato, invece, al Villaggio delle idee sul futuro del lavoro, con i tutor che hanno spiegato come avviare un’impresa agricola, quali sono le difficoltà da superare ma anche quali sono le opportunità per chi vuole trovare un futuro con un lavoro legato alla terra.
(Fonti: EFA News Coldiretti)

 

Didascalia: una maxi grigliata da record, bracieri, forni in azione e spiedi per il Bistecca Day.

Photogallery

Eurocarni
Anno:

Numero:


Cerca negli articoli di Eurocarni:
Euro Annuario Carne
La banca dati Europea del mercato delle carni sempre aggiornata, utile strumento di lavoro per gli operatori del settore lavorazione, commercio e distribuzione carni.