Edizioni Pubblicità Italia

Eurocarni nr. 8, 2018

Rubrica: Aziende
Articolo di Benedetti E.
(Articolo di pagina 38)

Stile Procarni, qualitĂ  in carne e ossa

Eccomi a contare sessant’anni di attività, tre generazioni, una famiglia e quattro uomini che coordinano un business, quello della lavorazione e del commercio carni nella provincia di Roma. Siamo a Mola dei Giuli, una frazione di Genazzano, ad una cinquantina di chilometri dalla Capitale. Qui ha sede Procarni, una realtà fondata nel 1951 da Gaetano Ciani che oggi conta 15 dipendenti e 7 celle refrigerate per lo stoccaggio e il deposito di carni di prima qualità, principalmente nazionali tra bovino (vitellone, scottona, vitello da latte, manzo), suino, ovicaprino ed equino. L’impianto ha anche due grandi laboratori per il taglio e il disosso e per la preparazione di tagli anatomici confezionati in sottovuoto termoretraibile. In azienda incontro Antonio Ciani col figlio Gaetano. «Ho iniziato a lavorare nel 1958 con mio padre che faceva il mediatore del paese, una vita tra il bestiame, e nel tempo libero andavo a far pascolare i vitelli» mi dice Antonio, 76 anni e una tempra da grande lavoratore che ha mantenuto anche oggi, con la sua segreta passione dei salumi. «Mio padre non voleva stare in campagna a lavorare la terra e si mise quindi nel commercio. Poi, nel 1963, presi la patente e da quel momento non mi sono più fermato» aggiunge Antonio. Oggi suo figlio Gaetano si occupa della parte commerciale, del business, e di quella visione più strategica che è fondamentale per intercettare le tendenze di un mercato, quello delle carni, che non è stato mai così mutevole come negli ultimi 15 anni. Antonio, insieme al fratello Renato, e Gaetano, col fratello Pietro, sono il prodotto di due momenti diversi della storia dell’azienda, due generazioni a confronto, un esempio tipico delle imprese a carattere famigliare, che poi sono la stragrande maggioranza in Italia. Insomma, tutte realtà che hanno alle spalle una solida e maturata esperienza su modalità di commercio che poi oggi sono spesso e volentieri superate da dinamiche nuove. Ma per crescere servono entrambe le visioni e i signori di Procarni lo sanno bene. Anche nel mondo di chi fa distribuzione e ingrosso carni e, soprattutto, per chi sceglie di lavorare solo proteine animali di qualità come questa famiglia di Genazzano, servono spalle larghe e la conoscenza del mercato. Serve l’esperienza maturata dal nonno Gaetano, come commerciante di bestiame, servono migliaia di chilometri e chilometri macinati da Antonio per andare ai mercati bestiame del Centro e Nord Italia, tutte le settimane, per anni e anni, a selezionare e comprare capi. Serve il livello di servizio garantito alla clientela, col prodotto sempre giusto, la consegna puntuale, l’affidabilità di essere partner e fornitori di prima scelta. E poi serve la ricerca di Gaetano, che oggi seleziona i capi provenienti solo da allevamenti che hanno una cura particolare per l’alimentazione del bovino e del suo benessere. «Le migliori razze bovine, gli allevamenti più qualificati, i metodi naturali di stabulazione e alimentazione ci permettono di raggiungere livelli di eccellenza riguardo la bontà, la tenerezza e il sapore delle carni da noi commercializzate» assicurano in Procarni, sottolineando che «la salubrità delle carni è garantita dai continui controlli delle autorità preposte e accompagnano il bovino dalla nascita sino al banco macelleria».
In qualità di intermediario e sezionatore, Procarni oggi aderisce al Consorzio per la tutela del Vitellone Bianco dell’Appennino Centrale e al Consorzio Produttori Carne Bovina Pregiata delle Razze Italiane (CCBI) per la commercializzazione certificata delle carni provenienti da bovini di razza Chianina, Marchigiana e Romagnola. A questi si aggiunge l’adesione al consorzio COALVI per la commercializzazione delle carni di razza Piemontese e alla filiera veneta del Consorzio AmicΩmega. «Quest’ultimo è un progetto molto interessante — mi spiega Gaetano — che si fonda sul rispetto degli animali e dell’ambiente, garantendo attraverso la tracciabilità tutte le informazioni circa l'origine e la lavorazione degli alimenti». In una rete che unisce mangimifici, allevatori, trasformatori e distributori, il Consorzio offre un apporto bilanciato di Omega-3 nella dieta dell’animale. Oltre a questi circuiti nazionali, Procarni è attenta a selezionare anche carni estere di super nicchia, dal forte valore aggiunto come la Heritage South West Farms, 100% grass fed, la Vaca vieja di  Txogitxu e Sashi Beef della danese JN Meat International Aps. Non manca poi l’attività di Procarni sui social, soprattutto la loro pagina Instagram che vale la pena seguire per non perdersi gli scatti in cella. E se siete dalle parti di Genazzano, a parte la cacio e pepe da Marco all’Osteria La Vecchia, andate e trovare la famiglia Ciani e a vedere il loro Beef Wall, un lungo murales carnivoro realizzato dallo street artist Mauro Sgarbi (www.maurosgarbi.com). Strepitoso!
Elena Benedetti

Procarni Srl
Via Prenestina km 55,700
Loc. Mola dei Giuli
00030 Genazzano (RM)
Telefono: 06 9579191

Web: www.procarni.com
www.instagram.com/procarni_srl

Photogallery

Eurocarni
Anno:

Numero:


Cerca negli articoli di Eurocarni:
Euro Annuario Carne
La banca dati Europea del mercato delle carni sempre aggiornata, utile strumento di lavoro per gli operatori del settore lavorazione, commercio e distribuzione carni.