Edizioni Pubblicità Italia

Eurocarni nr. 7, 2018

Rubrica: Speciale MEAT-TECH
(Articolo di pagina 114)

Meat-Tech, buona anche la seconda!

A Fiera Milano The Innovation Alliance chiude con più di 150.000 presenze. La formula di filiera ha convinto il mercato

I conteggi ufficiali parlano di 150.110 presenze, delle quali 105.770 buyer dei diversi comparti dell’industria manifatturiera. Si chiude così la seconda edizione di The Innovation Alliance, che dal 29 maggio al 1o giugno scorsi a Fiera Milano ha visto svolgersi insieme i saloni PLAST, IPACK-IMA, MEAT-TECH, Print4All, INTRALOGISTICA ITALIA. Il format, ideato e realizzato da una collaborazione tra Fiera Milano, gli organizzatori e le associazioni di categoria, ha lanciato un messaggio forte al mondo produttivo italiano e internazionale, dando una concreta dimostrazione: aggregare eventi in una logica di filiera non solo funziona, ma è un moltiplicatore di opportunità, che favorisce la competitività delle aziende in un mercato sempre più globale. Significative le presenze internazionali, pari al 27% del totale, provenienti in gran parte dall’Europa, grande acquirente delle tecnologie in mostra (un visitatore estero su due proviene da qui), ma anche dall’Asia che, per alcuni Paesi, registra un numero di operatori vicino a quelli dei principali mercati europei (Germania e Francia). Rilevanti le visite dall’Europa dell’Est: se si considera anche la Federazione Russa, si sfiora il 25% delle presenze estere complessive. Ai visitatori stranieri vanno poi aggiunti i 1.000 top buyer provenienti da 66 Paesi selezionati in collaborazione con Agenzia ICE: operatori di alto livello, dotati di potere decisionale, molti dei quali hanno colto l’occasione per acquistare le tecnologie direttamente in fiera.

 

Internazionalità reale e virtuale

IPACK-IMA e MEAT-TECH archiviano l’edizione di maggior successo della loro storia registrando piena soddisfazione da parte degli espositori presenti e una crescita significativa di tutti i principali indicatori. Nei quattro giorni di manifestazione sono stati 68.802 i visitatori che hanno varcato i tornelli di Fiera Milano. Dall’area del bacino del Mediterraneo sono arrivati il 15% dei visitatori esteri, segno che la manifestazione è considerata un appuntamento di riferimento internazionale per gli operatori della regione (Algeria, Egitto, Marocco e Tunisia sono i Paesi più presenti). L’Asia è il secondo continente per provenienza con oltre il 20% dei visitatori stranieri (Cina, India, Turchia e Federazione Russa i Paesi più presenti alla quattro giorni tecnologica) a cui seguono le Americhe con il 10% circa (affluenze maggiori da Stati Uniti, Messico, Brasile e Argentina). Il grande successo della manifestazione è stato confermato anche sul web. Sono state 600.000 le visualizzazioni del catalogo interattivo, 870.000 le visite al sito della manifestazione. IPACK-IMA e MEAT-TECH hanno generato 2,45 milioni di interazioni negli ultimi tre mesi su LinkedIn, Facebook e Twitter.

 

In mostra le tendenze di settori in continua evoluzione

The Innovation Alliance ha offerto un ritratto sfaccettato della meccanica strumentale a livello mondiale, consentendo di scoprire le eccellenze del made in Italy in questo settore: le aziende italiane esportano in media il 70% delle macchine prodotte, che vengono acquistate sia da grandi mercati affermati come USA, Germania e Spagna, sia da Paesi in via di sviluppo come quelli africani. Inoltre ha mostrato le principali tendenze di settori in continua evoluzione e sempre più capaci di dialogare con le altre componenti della filiera produttiva. Tra tecnologie connesse ispirate al paradigma dell’Industry 4.0, robot e automazione avanzata, realtà aumentata e sistemi di gestione digitale della linea produttiva, l’appuntamento ha acceso i riflettori su sostenibilità, sicurezza dei processi e dei prodotti e centralità della formazione. Infatti, accanto all’innovazione dei sistemi è emersa la necessità di figure professionali preparate, perché la digitalizzazione è una spinta alla creazione di nuova occupazione qualificata.

 

Focus su eventi e temi d’attualità

Nelle giornate di fiera si è svolto il secondo Packaging & E-Commerce Forum, durante il quale sono stati presentati i risultati dell’Osservatorio Netcomm & IPACK-IMA, e una tavola rotonda sul tema della crescita dell’e-commerce e della digital disruption in arrivo, con focus sulle conseguenze sui modelli aziendali e sul packaging. Durante il convegno Save Food a IPACK-IMA si è parlato di intelligenza artificiale e di #foodculture con ospiti d’eccezione come Fabio Moioli, Alberto Vacchi, Liliam Benzi ed Enrico Aureli.

>> Link: www.ipackima.com

 

Altre notizie

 

Ampio consenso per Risco a MEAT-TECH 2018

A poche settimane dalla conclusione di MEAT-TECH 2018 è il momento di tirare le somme sul lavoro svolto: per Risco le aspettative sono state pienamente rispettate, con una buona affluenza di visitatori Italiani e stranieri ed un notevole interesse per le novità proposte. All’interno dell’ampio stand Risco, particolare attenzione è stata riservata alle nuove linee RS 260 e RS 261 ed ai sistemi di formatura della serie TVM e AT. I visitatori hanno potuto conoscere in dettaglio la nuova formatrice Risco della serie TVM: la soluzione ideale per la produzione di burger di qualità, con forme e pesi diversi. Grazie ad una maggiore flessibilità, il produttore potrà creare soluzioni uniche e di tendenza. Il prodotto finale risulta compatto, con bordi ben definiti, senza sbavature, caratteristiche che rimangono inalterate anche nella fase di cottura. Le hamburgatrici Risco della serie TVM sono disponibili con piani di formatura a uno o più stampi, a seconda dell’output richiesto, con una produttività fino a 70 pezzi/minuto. È disponibile, come opzione, un interfogliatore ed un sistema di messa in vaschetta automatico. Tra i sistemi per salsiccia fresca, grande interesse ha suscitato il modello RS 261, il sistema evoluto per l’attorcigliatura di salsicce in budello naturale, collagene o artificiale. L’unità Risco RS 261 è un nuovo concetto sviluppato per raggiungere la massima efficienza nella produzione di salsicce in differenti budelli. Il modello RS 261 include un sistema integrato di attorcigliatura ed è abbinabile a tutte le insaccatrici Risco con servocomando. Le porzioni sono accuratamente ed efficientemente separate dal meccanismo di collegamento, garantendo volumi costanti e prodotti identici in termini di peso e lunghezza. Il vantaggio competitivo del doppio tubo rapportato ad un' unità di attorcigliatura tradizionale consiste nella riduzione al minimo del tempo di inattività durante il carico del budello. La linea continua a lavorare senza interruzioni, requisito fondamentale per perseguire una così grande efficienza nell'ambiente di produzione quotidiano. Ancora una volta Risco ha affermato il proprio ruolo da protagonista nell’industria dei prodotti insaccati e la vetrina di MEAT-TECH ha confermato il costante impegno esercitato per migliorare i propri prodotti.

>> Link: www.risco.it

 

Didascalia: fare filiera paga: il bilancio positivo di The Innovation Alliance, evento che ha saputo aggregare cinque eventi, Plast, Ipack-Ima, Meat-Tech, Print4all, Intralogistica Italia, conferma come creare sinergie sia fattore di successo. In forte aumento il carattere internazionale della manifestazione, con presenze pari al 27% del totale, provenienti in gran parte dall’Europa, ma anche dall’Asia e Europa dell’Est.

 

Photogallery

Eurocarni
Anno:

Numero:


Cerca negli articoli di Eurocarni:
Euro Annuario Carne
La banca dati Europea del mercato delle carni sempre aggiornata, utile strumento di lavoro per gli operatori del settore lavorazione, commercio e distribuzione carni.