Edizioni Pubblicità Italia

Eurocarni nr. 7, 2018

Rubrica: Tecnologie
(Articolo di pagina 138)

La pianificazione è solo metà dell’opera! I vantaggi crescono se è integrata nel sistema ERP

Soluzioni IT per la pianificazione della produzione nel settore Alimenti & Bevande portano maggiore flessibilità e riduzione dei costi. Ancora meglio è se queste soluzioni sono direttamente integrate nel software ERP

I produttori di Alimenti & Bevande hanno una clientela che diventa sempre più esigente per quanto riguarda qualità, freschezza e consegna dei prodotti; il tutto, possibilmente, a prezzi bassi e competitivi. Al tempo stesso i processi di produzione diventano sempre più complessi perché le richieste dei consumatori finali spingono verso prodotti diversificati nel gusto, negli ingredienti e nel packaging. Sempre più spesso accade che il tempo tra l’inserimento e la consegna dell’ordine si accorci e può capitare che ordini urgenti debbano essere rimandati. La giornata lavorativa può diventare all’improvviso frenetica: quale ordine deve essere consegnato per primo? Ci sono materie prime sufficienti in magazzino? Le linee di confezionamento sono ancora in funzione? Inutile dire che in questa situazione e con la crescente possibilità di varianti, sia davvero difficile mantenere una visione d’insieme.

 

Tutti i settori aziendali rilevanti devono essere presi in considerazione

Gli strumenti di pianificazione tradizionali hanno difficoltà a compensare gli effetti di cambiamenti a breve termine del piano di produzione o tempi di inattività non programmati di macchinari e attrezzature, e dipendono troppo dalle capacità organizzative del responsabile di reparto. I sistemi di pianificazione e controllo della produzione basati su soluzioni gestionali sono sicuramente più precisi e flessibili. L’ideale, tuttavia, non è una soluzione ad isola bensì un programma per la pianificazione della produzione che sia integrato nel sistema ERP. Il gestionale ERP è, infatti, una piattaforma dati in grado di integrare nel processo di pianificazione tutti i settori aziendali rilevanti come Acquisti, Magazzino, Dispo e Vendite oltre alle distinte base e le singole aree di produzione.

Altri criteri importanti che il sistema di pianificazione della produzione deve soddisfare sono il:

  • garantire che le materie prime e gli acquisti siano pianificati in modo ottimale e che le materie prime giuste, della giusta qualità, siano disponibili al momento giusto nelle macchine giuste;
  • consentire una pianificazione approssimativa e una pianificazione dettagliata;
  • pianificare la sequenza ottimale per la produzione degli ordini affinché i tempi di esecuzione siano i più brevi possibili;
  • considerare fattori di influenza cruciali nella pianificazione della sequenza quali colore, granulosità e ingredienti (allergeni/OGM) oltre ai requisiti operativi indicati dal capo reparto;
  • disporre di strumenti flessibili per poter reagire in breve tempo a cambiamenti improvvisi;
  • garantire il raggiungimento di un livello costantemente elevato di utilizzo delle risorse in tutte le fasi della produzione e nei singoli reparti;
  • pianificare e considerare nella programmazione anche gli ordini di manutenzione;
  • assicurare che la gestione dell’inventario interna sia ottimizzata.

Oltre a questi must have – caratteristiche irrinunciabili è importante che il software disponga di diversi scenari di pianificazione. Solo allora potrà coordinare la produzione in modo ottimale e allo stesso tempo lasciare sufficiente flessibilità agli utenti.

 

Il software coordina la produzione

Con uno strumento di pianificazione altamente flessibile come il CSB-System, software gestionale completo e modulare per il settore alimentare, diventa molto più semplice pianificare, organizzare e controllare in modo ottimale tutte le risorse produttive come uomo, macchina e materie prime, anche in condizioni difficili causate dall’andamento incerto degli ordini e da una grande varietà di prodotti. Il modulo PPS (Process Planning System) del CSB-System offre agli utenti scenari di pianificazione a lungo, a medio e breve termine. Una buona pianificazione aiuta a garantire la necessaria freschezza, un utilizzo ottimale delle macchine, maggiore rapidità nella produzione ed una consegna puntuale. Nel modulo PPS una matrice di pianificazione configurabile individualmente collega le informazioni rilevanti quali ordini, forecast, quantità disponibili, distinte base, restrizioni e procedure, con la variabile tempo e le visualizza successivamente in una matrice chiara. In generale, il processo di pianificazione è suddiviso in tre fasi: in primo luogo, viene impostata la matrice di pianificazione che produce determinate proposte; l’utente può successivamente elaborare o confermare la quantità di produzione suggerita. Il piano di produzione che ne risulta, infine, tiene conto dell’esplosione delle distinte base e sequenza di produzione nei reparti e sulle macchine.

 

Le interdipendenze diventano visibili

Alla fine del processo di pianificazione restano aperte ancora alcune domande: gli ordini di produzione che ne conseguono devono essere distribuiti automaticamente alle macchine e alle linee di produzione e confezionamento? Le risorse umane devono essere assegnate e distribuite automaticamente in base alla qualifica e alla disponibilità? Una pianificazione perfetta, allora? No, perché nella pratica la pianificazione perfetta non esiste affatto: vacanze, campagne promozionali e addirittura il meteo possono avere un enorme impatto sulle vendite e quindi direttamente sulla pianificazione della produzione. Un caldo improvviso, ad esempio, aumenterà la vendita di pasti leggeri, barbecue e bevande rinfrescanti; se invece le temperature sono più fredde del previsto, si acquisteranno probabilmente più insaccati. Quindi è bene che il software sia uno strumento flessibile che includa sì i dati storici nella pianificazione, ma consenta allo stesso tempo di modificare la pianificazione e quindi gli ordini di produzione. Il tutto secondo livelli di autorizzazioni per utenti, definiti dalla direzione aziendale. Uno dei maggiori vantaggi della PPS del CSB-System consiste nella capacità di visualizzare le interdipendenze che nascono a causa di diversi fattori, quali ad esempio il metodo di produzione, il tipo di macchina da utilizzare, il personale o il prodotto stesso e la possibilità di intervenire su ognuno di essi.

 

È andato tutto come pianificato?

Pianificare, però, è solo metà dell’opera. D’altronde anche il miglior piano non serve a nulla, se poi alla fine si procede diversamente. È altamente raccomandato, pertanto, organizzare la pianificazione della produzione in combinazione con l’acquisizione dei dati di produzione. Questo è l’unico modo per i responsabili di produzione di avere un feedback affidabile sotto forma di confronto tra come doveva essere e come realmente è; feedback che si può ricevere in ufficio o su un qualsiasi apparecchio mobile. Il monitoraggio della produzione in tempo reale consente di intervenire tempestivamente con degli aggiustamenti, ma anche di acquisire importanti informazioni, per ottimizzare, ad esempio, i processi di produzione a lungo termine, renderli più efficaci e ridurre gli scarti. Anche un deficit oppure un surplus di produzione come anche ritardi nella stessa sono rapidamente visualizzabili. I moduli di Business Intelligence del CSB-System rappresentano in questo contesto uno strumento in più a supporto della pianificazione, che si completa con i valori di budget e la conseguente pianificazione della liquidità.

 

Referente:

Dott. A. Muehlberger

CSB-System Srl

Via del Commercio 3-5 — 37012 Bussolengo (Verona)

Telefono: 045 8905593 — Fax: 045 8905586

E-mail: info.it@csb.com

Web: www.csb.com

 

Didascalia: il modulo PPS del CSB-System offre agli utenti scenari di pianificazione a lungo, a medio e breve termine.

Photogallery

Eurocarni
Anno:

Numero:


Cerca negli articoli di Eurocarni:
Euro Annuario Carne
La banca dati Europea del mercato delle carni sempre aggiornata, utile strumento di lavoro per gli operatori del settore lavorazione, commercio e distribuzione carni.