Edizioni Pubblicità Italia

Eurocarni nr. 6, 2018

Rubrica: Retail news
(Articolo di pagina 58)

Notizie dalla GDO

Accordo tra Carrefour e PayPal

Fare la spesa in totale tranquillità, dove e quando si vuole. A renderlo possibile sono PayPal e Carrefour, due aziende leader della Grande Distribuzione, mediante una strategica partnership. La collaborazione tra le due società, prima nel suo genere in Italia, vede Carrefour Italia affidare la gestione dei suoi progetti on-line completamente a PayPal. Alla base di questa partnership c’è il desiderio di rendere il semplice fare la spesa molto più immediato, permettendo ai clienti di evitare code in cassa, di doversi spostare per raggiungere il supermercato più vicino e di accumulare stress. L’accordo darà per la prima volta la possibilità a tutti i consumatori ed utenti del servizio di pagare on-line connettendosi al sito italiano dell’azienda francese leader della Gdo. Una volta creato il proprio profilo sul portale, ogni persona potrà fare la spesa scegliendo i prodotti da acquistare, sfruttando anche una serie di offerte di acquisto sulle merci elencate. Terminata la selezione, sarà poi possibile optare per il ritiro di persona o per la consegna a domicilio, pagando comunque il tutto con il proprio conto PayPal. Grazie a questa semplificazione digitale, nei 1.071 punti vendita Carrefour delle 18 regioni italiane si potrà rifornire la propria cucina senza muoversi dalla propria casa, ottimizzando così i tempi e riducendo lo stress. La partnership avrà anche il compito di rafforzare il ruolo già esteso di PayPal nel mondo del grocery italiano e di consentire a tutti i suoi utenti di spaziare dal fashion fino all’acquisto di alimenti freschi di qualità. Ad esprimere un parere riguardo questo innovativo modo di fare la spesa è Julian Saez, direttore amministrazione, finanza e controllo di Carrefour Italia. «Questa partnership faciliterà i nostri clienti e rappresenta un vero passo avanti verso una modalità di spesa più digitale, smart e rapida, in linea con le nostre priorità strategiche» ha dichiarato Saez. Altrettanto entusiasta dell’iniziativa è Federico Zambelli Hosmer, general manager per l’Italia di PayPal, secondo il quale «questo impegno comune andrà a semplificare il quotidiano di ogni utente, riducendo la distanza tra lui e il servizio di cui ha bisogno» (fonte: © World Food Press Agency Srl – EFA News).

 

M&S presenta la campagna di tracciabilità del manzo British utilizzando l’analisi del DNA

La notizia è di fine aprile: l’insegna britannica Marks & Spencer ha lanciato una nuova campagna marketing che punta tutto sulla capacità di garantire una completa tracciabilità delle sue carni made in UK, dall’allevamento al piatto. In questo modo M&S si conferma l’unico retailer al momento in grado di tracciare le carni di manzo che vende attraverso i propri punti vendita direttamente dal singolo animale di un dato allevamento. La campagna “We trace it, so you can trust it” (“Lo tracciamo affinché tu possa fidarti”) si basa sull’analisi dei campioni di DNA garantita da un’azienda con sede a Dublino, la tech company Identigen. La durata della comunicazione si estenderà a tutta l’estate 2018 e sarà veicolata attraverso canali televisivi, radio e stampa, mettendo in evidenza la bandiera Union Jack, per sottolineare l’origine britannica delle carni. M&S utilizza il campionamento di DNA prelevato da ogni singolo animale e in ogni allevamento che fornisce carne al retailer UK. A ciò si aggiungono migliaia di test fatti nel corso dell’anno su prodotti a base di carne presi a caso dai banchi carne di M&S e dai magazzini, per certificare la correttezza del processo di tracciabilità. Steve McLean, a capo della Divisione Agricoltura di Marks & Spencer, ha sottolineato che «l’insegna sostiene e promuove gli allevatori del Regno Unito e si impegna a lavorare con i propri fornitori per investire in nuove tecnologie. Questo campionamento che utilizza il DNA è la migliore tracciabilità che possiamo garantire ai nostri clienti e, per ogni singolo tagli di carne, siamo in grado di risalire al singolo animale, a come è stato allevato e come e quando la carne è stata movimentata lungo la filiera» (fonte: www.farminguk.com; photo © foodmanufacture.co.uk).

Photogallery

Eurocarni
Anno:

Numero:


Cerca negli articoli di Eurocarni:
Euro Annuario Carne
La banca dati Europea del mercato delle carni sempre aggiornata, utile strumento di lavoro per gli operatori del settore lavorazione, commercio e distribuzione carni.