Edizioni Pubblicità Italia

Eurocarni nr. 5, 2018

Rubrica: Aziende
Articolo di Benedetti E.
(Articolo di pagina 48)

Robusto, il prosciutto come lo vuoi tu

Nell’immaginario collettivo l’Italia è spesso sinonimo di moda, design, auto che sfrecciano veloci. Ma è anche cultura gastronomica, ovvero quel patrimonio straordinario di prodotti agroalimentari che prendono forma nelle mani di artigiani che da generazioni sanno come trasformare le materie prime in veri e propri gioielli alimentari. Come ad esempio i prosciutti, ricavati da cosce di suino selezionate, lavorate con cura, sottoposte a stagionatura nei luoghi e nelle modalità che i ritmi del tempo e le usanze dei varie territori impongono. L’industria salumiera del Belpaese produce migliaia di prosciutti che devono attenersi a rigidi requisiti di qualità, peso e grasso. Lo scorso ottobre, Vion divisione Pork del Gruppo olandese-tedesco leader nel mondo delle carni ha lanciato in Italia una linea di prosciutti freschi dal nome che ben presto ha conquistato il mercato. Attraverso Robusto, questo il nome del brand, Vion divisione Pork seleziona i migliori capi suini e lo fa direttamente presso gli allevamenti che aderiscono al programma Good Farming Balance. In questo modo viene assicurata una qualità certificata a garanzia di un prodotto costante nel tempo e tracciabile fino all’origine. «Da oltre cinque anni spediamo cosce di maiale in Italia» mi dice Gaston Janssen, central sales manager di Vion. «E se all’inizio erano 500 pezzi a settimana, oggi il numero è aumentato e di parecchio». La capacità del Gruppo è proprio quella di saper selezionare ciò che serve ai prosciuttifici italiani: dal peso al colore, fino alla forma e alla consistenza delle cosce. «Sulla base di questi criteri scegliamo gli animali e le cosce migliori e solo queste ultime possono vantare il marchio Robusto». Ed è proprio la garanzia di un costante ed elevato livello di qualità che fa di Robusto la scelta vincente. «I salumifici italiani stanno contrattando rapporti di lungo periodo con l’export internazionale, primi fra tutti i mercati canadese, giapponese ed europei» dice Janssen. «Per avere i prosciutti sempre a scaffale nelle GDO estere e garantire la fornitura alle catene dei supermercati».

 

Dall’allevamento al salumificio

Vion divisione Pork ha quindi creato una rete che parte dagli allevatori e, attraverso i propri stabilimenti di macellazione e lavorazione, approvvigiona con i prosciutti l’industria salumiera italiana. L’intero processo è trasparente, controllato e garantito. Sono tre gli elementi che devono assicurare la qualità premium di Robusto: un’attenta selezione delle materie prime, la qualità dei processi di lavorazione e un’ampia gamma di scelta. «In altre parole, grazie agli elevati volumi di macellazione possiamo offrire carcasse che rispondono a peso, grasso e consistenza diversi, soddisfacendo così ogni esigenza» precisa Janssen. Ma Vion non si accontenta di creare uno standard e mantenerlo. Si ripetono frequentemente le visite in Italia dello staff di Vion divisione Pork per studiare i trend di mercato, le esigenze dei consumatori in termini di consumo, i cambiamenti di prodotto. Questo è un vero gioco di squadra: se i norcini italiani hanno la maestria e il know-how per trasformare la carne in salumi d’eccellenza, Vion garantisce le materie prime su misura per il mercato del Belpaese.

 

Good Farming, quando il benessere animale sposa la qualità

Il benessere e la cura degli animali in allevamento influiscono sulla qualità della carne fresca e dei prodotti trasformati. Questo è un dato di fatto e un valore che il consumatore sempre di più percepisce in fase di acquisto. Le cosce di suino della linea Robusto provengono tutte da animali che rientrano nel progetto Good Farming Balance, un protocollo di allevamento che il Gruppo olandese-tedesco ha sviluppato a inizio 2017. Ecco, la produzione di prosciutti Robusto inizia proprio in allevamento. Perché? Il motivo è semplice: il marchio Robusto richiede capi allevati che devono essere più pesanti e con maggiori fasce di grasso rispetto ai prodotti standard. Negli ultimi mesi il progetto è stato articolato in tre concetti di mercato:

  1. Good Farming Balance: carne di qualità su misura del cliente destinata ai mercati internazionali.
  2. Good Farming Star: carni suine che vantano 1 stella nella certificazione di qualità olandese Better Leven (Better Life).
  3. Good Farming Organic: carni suine con 3 stelle Better Leven e certificazione EKO.

 

VION SA

Via Motta, 12 – 6830 Chiasso (CH)

Telefono: +41 91 6966323 — Fax: +41 91 6966326

>> Link: www.vionfoodgroup.com

Vi aspettiamo a Parma 7-10 maggio

PAD. 3 – STAND C043

 

6 (buoni) motivi per scegliere Robusto

  1. I prosciutti sono tutti selezionati da esperti macellai del Gruppo Vion.
  2. I tagli di carni suine sono su misura, conformi alle esigenze del cliente.
  3. La carne è caratterizzata da un grasso intramuscolare.
  4. I prosciutti presentano un’ottima copertura del grasso.
  5. I prosciutti Robusto sono certificati per l’export internazionale, tra cui il mercato USA.
  6. Le cosce di suino sono ricavate da animali provenienti da allevamenti della catena Good Farming Balance, un rigido protocollo di allevamento sottoscritto dai suinicoltori

 

Vion: crescente attenzione ai temi della sostenibilità e del biologico con De Groene Weg che lancia la certificazione EKO nella linea suini

La notizia è di qualche mese fa ma è importante sottolinearla: De Groene Weg, società di Vion dedicata alla produzione di carni biologiche, ha iniziato una certificazione EKO sulla linea di lavorazione delle carni suine. Ciò significa che Vion, attraverso De Groene Weg, si orienta sempre più verso prodotti che garantiscono all’industria salumiera e al consumatore finale una carne davvero sostenibile. In che modo? Seguendo i criteri che l’etichettatura EKO ha fissato per certificare l’intera filiera, dall’allevatore alla lavorazione della carne, nell’ottica di rispettare i quattro principi dell’IFOAM: onestà, cura, salute e ambiente. Gli analisti di mercato non hanno dubbi: il segmento delle carni suine biologiche è destinato ad aumentare. In Olanda il tasso di crescita è del 6-7% annuo, ed è ancora maggiore nei Paesi scandinavi e in Francia. De Groene Weg sta investendo parecchio nel bio e stima di raggiungere i 100.000 capi suini bio macellati prima del 2020.

>> Link: www.eko-code.nlwww.degroeneweg.eu

 

Tomahawk di maiale per gli amanti del BBQ

L’ultima novità in casa Vion è la gamma di costine di maiale con rosso che si rifanno al taglio Tomahawk e destinate alle griglie roventi dei cultori del barbecue. Le linee di prodotto sono tre: erbe provenzali, affumicatura dolce con miele e paprika e piccante, quest’ultima indicata per chi predilige il gusto hot e speziato. I tagli sono commercializzati sottovuoto in pesature che variano dai 200 ai 450 grammi, con uno spessore di grasso garantito di 5 mm.

Photogallery

Eurocarni
Anno:

Numero:


Cerca negli articoli di Eurocarni:
Euro Annuario Carne
La banca dati Europea del mercato delle carni sempre aggiornata, utile strumento di lavoro per gli operatori del settore lavorazione, commercio e distribuzione carni.