Edizioni Pubblicità Italia

Eurocarni nr. 3, 2018

Rubrica: Statistiche
(Articolo di pagina 146)

Prospettive per il mercato agricolo comunitario

Dati ANAS sulla suinicoltura

Produzione

Secondo il rapporto UE diffu-so lo scorso dicembre, le attese fino al 2030 sono di una crescita marginale della produzione suinicola comunitaria dovuta essenzialmente alla stabilizzazione dei consumi interni, alla concorrenza sul mercato mondiale e alle esigenze di tutela ambientale.

 

Commercio

Secondo gli analisti comunitari, la domanda mondiale di carne suina dovrebbe crescere più lentamente rispetto all’ultimo decennio, arrivando a 8,4 milioni di tonnellate nel 2030, sostenuta prevalentemente dall’Asia e dall’Africa Sub Sahariana. I livelli della domanda cinese dopo la ristrutturazione del comparto interno sono un fattore di incertezza che può condizionare pesantemente il mercato suinicolo mondiale. Le esportazioni comunitarie verso la Russia non dovrebbero aumentare anche qualora venisse meno il bando alle importazioni dalla UE. Gli analisti ritengono che l’incremento produttivo previsto in Brasile sarà prevalentemente assorbito dal mercato interno e che Stati Uniti e Brasile rimarranno paesi competitivi sul mercato mondiale.

 

Consumi

Il consumo pro capite nella UE-15 scenderà fino a 30,3 kg nel 2030, ma il consumo totale sarà in tendenziale aumento a causa della crescita della popolazione. Negli altri 13 Paesi dell’Unione Europea il consumo pro capite dovrebbe aumentare gradualmente, fino a raggiungere i 36,5 kg nel 2030.

 

Prezzi

I prezzi delle carni suine dovrebbero rimanere sostanzialmente stabili. Le attese sono di un prezzo medio comunitario pari a 1,579 €/kg (peso carcassa) nel 2030.

 

>> Linw: www.anas.it

Eurocarni
Anno:

Numero:


Cerca negli articoli di Eurocarni:
Euro Annuario Carne
La banca dati Europea del mercato delle carni sempre aggiornata, utile strumento di lavoro per gli operatori del settore lavorazione, commercio e distribuzione carni.