Edizioni Pubblicità Italia

Eurocarni nr. 2, 2018

Rubrica: Gare carnivore
(Articolo di pagina 66)

World Butchers’ Challenge, manca poco

Prosegue il countdown alla 7ª edizione del World Butchers’ Challenge, la sfida mondiale dei maestri delle carni che si terrà mercoledì 21 marzo a Belfast, in Irlanda del Nord, in concomitanza con IFEX, International Food Exhibition

Sono 12 i Paesi ufficialmente iscritti alla attesissima settima edizione del World Butchers’ Challenge e tra questi c’è anche l’Italia. L’evento, organizzato da Butchery Excellence Scheme, metterà in gara i butchers provenienti da Australia, Brasile, Bulgaria, Francia, Germania, Gran Bretagna, Grecia, Irlanda, Nuova Zelanda, Sudafrica, Stati Uniti e Italia, appunto, che si sfideranno a colpi di coltello tra disosso, lavorazione e preparazione del banco carni. Il tutto con stili, tecniche e manualità sicuramente differenti.

 

L’area di gara

Sono state rese note le planimetrie dell’arena che ospiterà la competizione carnivora dell’anno: all’interno di un padiglione di circa 2.500 m2, le 12 squadre iscritte si sfideranno in due turni, con un team composto da sei macellai ciascun turno. Ogni team avrà a disposizione un’area di lavoro di circa 70 m2 attrezzata di tutto punto per allestire, nel tempo previsto dal regolamento, l’esposizione delle carni lavorate su un bancone ampio 7,2 x 1,5 m.

 

Esposizione nel banco carni (35 punti)

Trascorse 3 ore e 15 minuti di preparazione, tutto ciò che sarà stato realizzato dai vari team in gara sarà ordinatamente esposto nel banco carni. Non si tratterà di un semplice allineamento di prodotti lavorati, bensì di una vera e propria vetrina che dovrà esaltare il lavoro effettuato sulle materie prime, attraverso lo svolgimento di un tema in grado di rappresentare storia e tradizioni gastronomiche della nazione di provenienza. I giudici assegneranno ben 35 punti in questa fase della gara, premiando tra le altre cose l’ordine dell’esposizione e la chiarezza delle informazioni riportate tramite targhette e display. Saranno ovviamente importanti anche l’appetibilità dei prodotti, la qualità complessiva e la facilità di effettuare le cotture da parte di un ipotetico cliente.

 

Fasi finali (0-15 punti)

Dopo aver completato le preparazioni e aver realizzato l’esposizione sul bancone, inizieranno le fasi finali della competizione: i team saranno abbinati in coppie, tramite sorteggio, e i capitani di ciascuna squadra sceglieranno cinque prodotti dal bancone della squadra avversaria. Questi cinque prodotti saranno analizzati dai giudici che assegneranno un punteggio da 0 a 15 punti, valutando la praticità in cucina, la vendibilità e l’estetica.

 

Cottura (0-5 punti)

Successivamente, ogni capitano sceglierà due prodotti da cuocere in un tempo massimo di 45 minuti e i giudici assegneranno a ciascuna di queste due pietanze un voto da zero a cinque punti.

 

Premi di prodotto

Durante la gara, i giudici del World Butchers’ Challenge, oltre ad assegnare il titolo di vincitore al team che avrà totalizzato il punteggio maggiore, selezioneranno ulteriori vincitori nelle seguenti categorie:

  • Miglior prodotto a base di maiale;
  • Miglior prodotto a base di agnello;
  • Miglior prodotto a base di manzo;
  • Miglior prodotto a base di pollame;
  • Miglior salsiccia di manzo;
  • Miglior salsiccia di maiale;
  • Miglior salsiccia “gourmet”;
  • Miglior hamburger;
  • Premio speciale per igiene, salute e sicurezza.

I criteri che determineranno la vittoria dei prodotti saranno, anche in questo caso, basati sull’aspetto, sull’innovazione, sul valore aggiunto rispetto alle materie prime e, ovviamente, su gusto, aroma e consistenza. Inoltre, tra tutti i partecipanti alla competizione, verranno indicati sei componenti di un dream team, espressione del “meglio del meglio” di tutti i macellai nel mondo.

 

La gara nella fiera

I World Butchers’ Challenge di Belfast si svolgeranno all’interno di Meat@IFEX, esposizione internazionale dedicata al settore carni con oltre 50 espositori, che presenteranno le ultime novità in fatto di alimenti, imballaggi e attrezzature. L’evento è a sua volta ospitato da IFEX, la più importante fiera dell’Irlanda del Nord per prodotti alimentari e bevande, attrezzature per la ristorazione, interni, tecnologie e servizi per i settori alimentare, della vendita al dettaglio e dell’ospitalità, con oltre 140 espositori e un calendario ricco di eventi. L’accesso alla fiera è gratuito. A noi, non resta che andare a tifare per la Nazionale Italiana Macellai!

 

World Butchers’ Challenge

21 marzo 2018 — Belfast (Irlanda del Nord, UK)

www.worldbutcherschallenge.com

www.facebook.com/worldbutcherschallenge

 

Gli sponsor della Nazionale Italiana Macellai

Un grazie speciale va agli sponsor che hanno sostenuto l’avventura della Nazionale Italiana Macellai in quel di Belfast:

  • Guidoncarni Srl – www.guidoncarni.it  — Azienda romana leader nel mercato delle proteine animale per la produzione e distribuzione di carni fresche sezionate bovine, suine e avicunicole, oltre a preparati a base di carne suina e bovina;
  • Greci Industria Alimentare Spa – www.grecifacile.biz — Azienda parmense leader nel settore della ristorazione professionale e della gastronomia retail, con la produzione di conserve ed estratti alimentari;
  • Criocabin Spa – www.criocabin.com/it — Con sede a Praglia di Teolo (PD), Criocabin è specializzata nella realizzazione di arredi professionali, banchi di carni e allestimenti nel negozi alimentari e macellerie;
  • Alitek – www.alitek.itAlitek è presente nel mercato con armadi e celle di maturazione delle carni per frollature ottimali, realizzate sulla base delle specifiche dell’utilizzatore, oltre alla fornitura di spezie, aromi e prodotti per il packaging.

La Nazionale Italiana Macellai ringrazia, inoltre, Confcommercio – Imprese per l’Italia per aver autorizzato l’uso del logo e Ascom Confcommercio Lazio Sud per il supporto dato.

 

Nota

In foto, la formazione definitiva della Nazionale Italiana Macellai che a marzo volerà a Belfast per partecipare alla competizione dei butchers di tutto il mondo. È un team coeso e affiatato, quello italiano, che rappresenterà il Belpaese, dal Nord al Sud, e che sarà l’espressione di tradizioni, esperienze e di una professionalità di macellai che viene da lontano nel tempo. In alto, da sinistra: Orlando Di Mario, Fabrizio Gasparrini e Davide Cecconi. Al centro, da sinistra: Federico Dal Lago, Andrea Laganga, Ale Elaloui e Gianni Giardina. In basso, da sinistra: Roberto Passaretta, Mara Labella e il super coach Francesco Camassa (photo © Massimiliano Rella)

 

Photogallery

Eurocarni
Anno:

Numero:


Cerca negli articoli di Eurocarni:
Euro Annuario Carne
La banca dati Europea del mercato delle carni sempre aggiornata, utile strumento di lavoro per gli operatori del settore lavorazione, commercio e distribuzione carni.