Edizioni Pubblicità Italia

Eurocarni nr. 12, 2018

Rubrica: Tatuaggi e carne
(Articolo di pagina 22)

Chef e macellaio: raccontare la propria idea di cucina carnivora anche attraverso un tatuaggio

Knives and Needles. Where Chefs can talk tattoos and Tattooers can talk food, letteralmente “Coltelli e Aghi. Dove gli chef possono parlare di tatuaggi e i tatuatori possono parlare di cibo”, è il simpatico blog di Lizette Gonzalez e dello chef RL Boyd. Ad unire i due, oltre al matrimonio, la passione per la cucina, il cibo e, naturalmente, i tatuaggi. Attraverso il loro sito abbiamo “conosciuto” Ryan Zale, oggi executive chef presso lo Spotswood Country Club di Harrisonburg, Virginia, Stati Uniti, inserito qualche tempo fa tra gli America’s Best Chefs. Ryan è cresciuto in una dairy farm in Ohio ed è dall’amore per la terra e l’allevamento degli animali, della vita di fattoria, che è nata la sua idea di cucina carnivora. «Credo nella filosofia dell’utilizzo intero dell’animale e nell’importanza della genuinità della carne, che deve essere locale, direttamente dalla fattoria alla tavola» racconta in un’intervista pubblicata sul blog. «Parto dalla macellazione dell’animale per trasformarne le carni in buonissimi piatti o salumi: butchering is great! Quale chef non vorrebbe avere il tatuaggio di un maiale su di sé?! Tatuare e cucinare sono due forme d’arte. Il tatuaggio che ho sul braccio è opera di un amico vegano: abbiamo molte cose in comune e ci divertiamo davvero tanto quando lui viene a mangiare da me» (photo © knivesandneedlesblog.com).

Photogallery

Eurocarni
Anno:

Numero:


Cerca negli articoli di Eurocarni:
Euro Annuario Carne
La banca dati Europea del mercato delle carni sempre aggiornata, utile strumento di lavoro per gli operatori del settore lavorazione, commercio e distribuzione carni.