Edizioni Pubblicità Italia

Eurocarni nr. 10, 2018

Rubrica: Aziende
(Articolo di pagina 48)

La Granda sceglie I’m Green

Un packaging amico dell’ambiente per le carni di razza Piemontese

La Granda ha scelto di rispettare la terra per produrre e trasformare la carne fin dalla sua nascita, avvenuta nel 1996. Il consorzio cuneese specializzato nella lavorazione di carni di Piemontese — una razza che è anche presidio Slow Food —, è attento da sempre all’ambiente e alla salvaguardia della fertilità e della biodiversità del suolo. Seguendo questo percorso, per offrire una nuova veste più sostenibile al packaging dei suoi prodotti, dopo mesi di ricerca La Granda ha dato il via al progetto I’m GreenTM. La carne prodotta nella pianura della provincia di Cuneo, ai piedi del Monviso, secondo un disciplinare che regolamenta le lavorazioni agricole e zootecniche, dal mese di settembre viene infatti confezionata in buste realizzate in carta e polietilene di origine rinnovabile. «È un piacere vedere che una realtà come La Granda abbia riconosciuto nel packaging I’m GreenTM un aiuto per un mondo più pulito», ha dichiarato Maite Lazo Muñoz, responsabile marketing e vendite di Braskem, leader nella produzione mondiale di biopolimeri e proprietario del marchio I’m GreenTM (www.braskem.com). Il polietilene verde, riconoscibile dal marchio I’m GreenTM, è una plastica ottenuta a partire dall’etanolo proveniente dalla canna da zucchero, materia prima vegetale, che, durante la crescita, cattura anidride carbonica dall’ambiente. Ed è per questo motivo che la carbon footprint (letteralmente, impronta di carbonio) del polietilene verde è migliore di quella del polietilene di origine fossile.
Nelle buste de La Granda, il progetto I’m GreenTM si concretizza nell’imballo esterno ovvero nella sostituzione, ove possibile, della plastica con la carta e, laddove sia assolutamente necessaria una barriera, nella sostituzione del polietilene fossile con quello di origine vegetale. Il film barriera, ultimo sviluppo dell’azienda di P-PACK, leader di settore con sede a Novara, ha quindi una componente rinnovabile superiore all’80%.
Ma non è tutto: stampa e accoppiamento avvengono tramite un’innovativa tecnologia priva di solventi realizzata da ACM Plastic di San Benedetto (CR). «ACM stampa in un ambiente controllato e privo di sostanze tossiche» spiega Antonio La Franceschina, alla guida di ACM Plastic. «Impiega solo tecnologie di stampa Led e digitali, garantendo così miglior qualità grafica e assoluta certezza di non inquinamento del prodotto confezionato. È inoltre assicurata la massima uniformità del colore e brillantezza».
«La Granda si pone come obiettivo l’equilibrio tra tre benesseri: ambientale, animale e umano» commenta Sergio Capaldo, fondatore de La Granda. «Abbiamo lavorato per migliorare le pratiche agricole, dando vita a modelli sostenibili; crediamo in una zootecnia rispettosa dell’animale, per cui abbiamo selezionato l’alimentazione dei nostri capi; abbiamo messo l’uomo al centro, favorendo lo sviluppo delle piccole aziende agricole. Abbiamo scelto per primi in Italia I’m GreenTM perché intendiamo sviluppare ed incrementare la nostra attenzione verso il benessere ambientale. Adottare un imballo più sostenibile è un’azione concreta, un passo lungo un sentiero definito che punta all’armonia del sistema, per questa e per le prossime generazioni».

>> Link: www.lagranda.it

 

Nota
La carne de La Granda vestita I’m GreenTM è disponibile presso la sede centrale in via Garetta 8/A a Genola (CN) e in tutti i punti vendita Eataly.

 

Didascalia: “Giotto”, “La Cruda” e “La Tagliata” firmate La Granda si vestono di un packaging completamente rinnovato, cucito su misura e nel rispetto dell’ambiente.

Photogallery

Eurocarni
Anno:

Numero:


Cerca negli articoli di Eurocarni:
Euro Annuario Carne
La banca dati Europea del mercato delle carni sempre aggiornata, utile strumento di lavoro per gli operatori del settore lavorazione, commercio e distribuzione carni.