Edizioni Pubblicità Italia

Eurocarni nr. 1, 2011

Rubrica: Eventi
(Articolo di pagina 122)

CIR food punta su Quanta Stock and Go per la gestione delle materie prime

Inaugurata lo scorso novembre a Reggio Emilia, alla presenza del sindaco Graziano Delrio e del preside della Facoltà di Agraria di Bologna Andrea Segrè, la nuova sede logistica di stoccaggio e distribuzione dei prodotti alimentari destinati alle cucine

Ogni giorno gli oltre 1.000 cuochi di CIR food possono scegliere gli ingredienti dei menu per scuole, ospedali e aziende fra un vasto assortimento e senza vincoli di quantità, come se facessero la spesa al supermercato. Si può riassumere così il ruolo della piattaforma alimentare Quanta Stock&Go, nata nel 1996 dalla sinergia di Unipeg, Transcoop e Coopservice per garantire al Gruppo CIR food la distribuzione delle materie prime alle proprie cucine. Qualità, puntualità e rintracciabilità sono da sempre le parole d’ordine di Quanta Stock&Go, che si avvale oggi di una nuova sede di 6.000 m2, realizzata con un investimento di 6 milioni di euro e dotata di impianti all’avanguardia per tecnologia e ridotto impatto ambientale. All’interno della piattaforma sono gestiti 1.400 prodotti alimentari, di cui il 20% biologici; 18.000 tonnellate di materie prime sono distribuite ogni anno alle cucine e ai centri pasti in un raggio d’azione di circa 400 km.

«Quanta Stock&Go garantisce ai nostri centri produttivi una logistica sicura ed efficiente» afferma il presidente del Gruppo CIR food, Ivan Lusetti. «Che si tratti di una piccola mensa scolastica o di un grande centro pasti le esigenze non cambiano. Sono necessarie, infatti, qualità delle materie prime, varietà di scelta e sicurezza nella conservazione degli alimenti, completa rintracciabilità dei prodotti e puntualità nelle consegne». I fornitori della piattaforma sono un centinaio, selezionati da CIR food nel rispetto degli standard di sicurezza, qualità e rintracciabilità. A ciò si aggiunge la filiera della carne a km zero garantita da Unipeg, che ha messo a disposizione anche le strutture industriali del sito. L’esperienza di Transcoop nei trasporti e quella di Coopservice nella gestione dei magazzini completano il quadro organizzativo di Quanta Stock&Go, un modello gestionale che incentiva i rapporti di filiera. Infatti, è la struttura stessa della piattaforma, di cui CIR food è unico cliente, a tutelare il territorio e i produttori locali. Ciò è possibile grazie alla semplificazione e all’ottimizzazione della logistica, che porta da un lato al contenimento dei costi e dall’altro alla possibilità di inserire, ad esempio, una percentuale maggiore di prodotti biologici. «Se la gestione delle materie prime costa meno e ha un minor impatto sull’ambiente — aggiunge Lusetti — a trarne vantaggio non è soltanto CIR food, ma anche i partner sul territorio e naturalmente i consumatori».

«Abbiamo realizzato una collaborazione tra aziende cooperative per fornire tutti i giorni un servizio di qualità» ribadisce il presidente di Quanta Stock&Go Moris Ferretti. «Le nuove superfici assicurano sicurezza e servizi di eccellenza. “Quanta” è inoltre un fiore all’occhiello di un’area, quella di via Due Canali 13, dove lavorano più di 700 persone e si produce un giro di affari di 600 milioni di euro. Unipeg e le altre imprese che vi operano sono impegnate così a dare il proprio contributo a Reggio Emilia per rispondere alla crisi con uno sguardo rivolto al futuro».


La logistica secondo Quanta Stock&Go

La piattaforma alimentare Quanta Stock&Go è nata dall’esigenza di ottimizzare la gestione dei prodotti alimentari per garantire al Gruppo CIR food una filiera di approvvigionamento certificata e sempre più automatizzata, in modo da rispondere al meglio ai capitolati degli appalti pubblici di ristorazione. Nell’impostare il modello di questa struttura, CIR food ha espressamente scelto il ruolo di cliente, in modo da affrontare con la massima autonomia gli aspetti commerciali e gestionali legati alle materie prime, creando inoltre una rete efficace sul territorio. Dopo la nascita della piattaforma nel 1996, a seguito della crescita costante dell’attività di CIR food, si è reso necessario l’aumento del potenziale logistico. Sono infatti oltre 1.000 le cucine gestite oggi attraverso la rete di Quanta. All’interno della piattaforma si trovano tre magazzini, realizzati con pannelli isotermici. I prodotti secchi come pasta, riso, pomodori in scatola sono conservati a temperatura ambiente, quelli freschi, ovvero carni, salumi e formaggi ad una temperatura di 2 gradi ed infine i surgelati come verdura, pesce e carne a meno 20 gradi. Grazie ad accessi separati, gli addetti effettuano uno stoccaggio rapido della merce, senza interrompere la catena del freddo.

Quando il sistema informatico riceve un ordine dalle cucine di CIR food, lo invia agli operatori, che iniziano a “fare la spesa”. Tramite un palmare, sono guidati per individuare la merce richiesta, caricata su mezzi refrigerati a scomparti per conservare ogni referenza alla temperatura idonea. In tal modo basta un solo mezzo per la consegna dell’ordine, diminuendo gli sprechi e l’impatto ambientale senza nulla togliere agli standard di conservazione degli alimenti. La gestione logistica delle materie prime che avviene nella piattaforma alimentare si traduce così in consegne puntuali e complete degli ingredienti necessari per i menu, un aiuto fondamentale per i cuochi che portano in tavola ogni giorno la qualità del servizio di ristorazione da sempre offerto da CIR food.

Eurocarni
Anno:

Numero:


Cerca negli articoli di Eurocarni:
Euro Annuario Carne
La banca dati Europea del mercato delle carni sempre aggiornata, utile strumento di lavoro per gli operatori del settore lavorazione, commercio e distribuzione carni.