Edizioni Pubblicità Italia

Eurocarni nr. 2, 2010

Rubrica: Aziende
(Articolo di pagina 57)

Fribin: il gusto per la carne

È il colosso spagnolo nel settore delle carni suine e bovine conosciuto in tutto il mondo per i suoi prodotti di alta qualità e per la professionalità e competenza dei suoi operatori. In Italia l’azienda è rappresentata dalla ERA Foods di Imperia

Era il 21 febbraio del 1966 quando, in località Binéfar, nella regione spagnola della Hoya un gruppo di ganaderos, allevatori di bestiame, decise di unire le proprie forze — e i propri capitali — nella creazione di un Matadero General Frigorífico, ovvero un macello con impianto di sezionatura-disosso e celle frigorifere dove, appunto, macellare e commercializzare il bestiame da loro allevato. Sono passati più di quarant’anni e oggi la Fribin, questo era il nome scelto per la società, è un’azienda leader in Spagna nel settore bovino e una delle maggiori nel suino e nel campo salumiero, conosciuta in tutto il mondo per i suoi prodotti di alta qualità e per la professionalità e competenza dei suoi operatori. Nel 1984 Fribin intraprese un importante processo di modernizzazione e sviluppo, al fine di accedere ai mercati dell’Unione Europea, tanto che nel 1988 è il primo macello spagnolo a ricevere l’autorizzazione per il commercio nel mercato comunitario della carne e dei suoi derivati.

La forza di Fribin nasce dal controllo della filiera, a partire dai mangimi e dall’allevamento e via via fino alla lavorazione, ai trasporti ed alla carne nei punti vendita, dalla quale — è bene ricordarlo — si può risalire il percorso compito “dalla fettina” a ritroso, fino a tornare all’animale stesso. L’azienda di Binéfar utilizza per la quasi totalità il bestiame allevato dai ganaderos della regione, che rispettano il capitolato preteso dal macello, certificato e controllato dal Certicar. In questo modo Fribin ha rafforzato le garanzie di sicurezza alimentare della carne bovina, così che il consumatore compra un prodotto controllato rigorosamente in ogni fase del processo produttivo: dall’allevamento alla tavola. Nel luglio del 2001 l’azienda — prima del settore carne in Spagna — ha ottenuto la certificazione di qualità ISO 14001, che si è aggiunta alla ISO 9002 già in possesso di Fribin: un traguardo, questo, frutto dell’applicazione di una politica rigorosa di riduzione dei residui, conservazione delle risorse e del miglioramento dei processi di lavorazione relativi a tutte le attività aziendali. Fribin ha recentemente terminato un ampliamento che la fa giungere alle soglie delle 100.000 tonnellate l’anno di carne bovina, suina e derivati carnei, con una superficie coperta di 40.000 m2 (su 140.000 m2 in totale). Attualmente, l’azienda ha consolidato la sua posizione di prima impresa spagnola nel comparto della carne bovina ed è tra le prime per quanto riguarda il suino e i salumi: basti pensare che, settimanalmente, macella 14.000 suini (con un potenziale di 20.000) e oltre 2.000 capi bovini, con la possibilità di arrivare a 2.500. Attraverso un parco veicoli di proprietà Fribin consegna in tutta la Spagna, isole comprese, offrendo un servizio rapido, moderno, senza rischi.


Alcuni componenti dello staff della Fribin insieme a Josep Rosanas, direttore generale Fribin, Enzo Fatiga e Roberto Veschi di ERA Foods.

Fribin conta un’enorme varietà di prodotti tanto bovini quanto suini e suoi derivati. I clienti — dalla Grande e media Distribuzione, alle macellerie, alla ristorazione, alle organizzazioni di catering — hanno a disposizione pezzi interi o tagli anatomici, disossati, freschi o congelati nelle varie forme possibili. E quanto a salumi/prodotti elaborati dispone di oltre settanta tipi, suddivisi in tre varietà: freschi (tipo salsiccia), stagionati (ad esempio il famoso jamón serrano Montearagón, una delle eccellenze della salumeria spagnola, prodotto da carni selezionate, certificate e di alta qualità, controllate nei minimi particolari, a partire dal livello di grasso), cotti (prosciutti cotti, ecc…). Non manca un’attenzione particolare per il mercato halal, con una produzione di carne bovina certificata. La carne halal riceve un marchio di controllo che offre la garanzia necessaria al consumatore di fede islamica. Tutti i procedimenti che si riferiscono alla produzione pura vengono controllati e verificati. Il certificato halal per il prodotto finale viene rilasciato solo quando è stata controllata e approvata la purezza di tutte le procedure e le fasi della produzione. E anche in questo caso, come sempre, viene assicurata la completa tracciabilità, dall’animale vivo al prodotto finale. Per quanto riguarda la carne bovina, con un bacino di 300.000 capi, l’88% è con osso e il 12% disossato-sottovuoto. Il 66% del prodotto bovino rimane nel circuito interno, in Spagna, mentre il restante 34% viene esportato. Il suino è commercializzato per il 70% disossato e per un 30% in mezzene: mercati di riferimento sono il Regno Unito e i Paesi dell’Est Europa, mentre in Africa viene esportata la carne congelata. Dalla sede di Binéfar l’azienda spagnola serve tutta l’Italia, Francia, Portogallo, Grecia e la maggior parte dei Paesi comunitari. Il mercato italiano, in particolare, rappresenta il 35% delle esportazioni di Fribin. I consumatori italiani, dislocati in particolare nel nord-centro Italia, apprezzano particolarmente la qualità dei loro prodotti. Ogni settimana nel Belpaese, girano circa 30 camion della Fribin. Ma veniamo alle cifre. Al di là del clima generale di crisi che ha colpito un po’ tutti i settori, e dell’euro forte che penalizza sul mercato globale, le vendite di carne suina nel 2009 hanno fatto registrare un +53% di fatturato rispetto allo scorso anno. Solo nel mese di luglio c’è stata una forte contrazione dei consumi proprio per il suino, e una situazione caratterizzata da prezzi molto bassi sul mercato globale. Decisamente meno bene è andato il comparto del bovino, con un –43%. Praticamente stabile il mercato dei salumi, in particolare prosciutti, per un totale di circa 200 milioni di euro di fatturato. Un 2009 da dimenticare insomma. Ma alla Fribin si guarda comunque al futuro con ottimismo, seppur moderato, ancorché forti delle proprie radici.

ERA Foods, partner ideale

ERA Foods di Bordighera, in provincia di Imperia, è al società che si occupa in esclusiva delle vendite sul mercato italiano dei prodotti di carne della Fribin. La società ligure si occupa principalmente di commercio carne, sia in import verso il nostro Paese, che in export verso la UE e Paesi Terzi. I soci fondatori, Enzo Fatiga, Roberto Veschi e Arnaud David, hanno deciso di unire le proprie capacità e l’esperienza frutto di anni di lavoro nel settore, aprendo questa società solo tre anni fa, in un settore non facile come quello dell’agroalimentare e ponendosi a garanzia delle aziende che rappresentano e che sono operanti nel mondo della carne. «In Italia abbiamo ottimi clienti e siamo presenti in tutte le regioni con i nostri prodotti. Il mercato delle carni è stazionario, quindi occorre produrre bene ed avere idee innovative» afferma Enzo Fatiga, che si occupa in particolare di vendite di carne bovina e di carne di vitello, curando da vicino il mercato di Fribin. Proprio per quanto riguarda il rapporto con la Fribin, esso è di perfetta sintonia, come se fosse una componente base della loro struttura industriale, rispettando un codice etico di trasparenza assoluta e una disposizione totale ed incondizionata.

Eurocarni
Anno:

Numero:


Cerca negli articoli di Eurocarni:
Euro Annuario Carne
La banca dati Europea del mercato delle carni sempre aggiornata, utile strumento di lavoro per gli operatori del settore lavorazione, commercio e distribuzione carni.