Edizioni Pubblicità Italia

Eurocarni nr. 2, 2010

Rubrica: Mercati
(Articolo di pagina 68)

2009: ottimo bilancio per le carni gallesi

Un primo bilancio sull’export di carni dal Galles con Emma Fotheringham, responsabile del mercato italiano di HCC-Hybu Cig Cymru. Tra marketing e partecipazione alle principali fiere di settore, soddisfazione per il lavoro fatto e i risultati ottenuti

Lo scorso dicembre nella redazione di Eurocarni abbiamo ricevuto la piacevole visita di Emma Fotheringham, analista di mercato e responsabile del mercato italiano di HCC, l’ente che cura lo sviluppo, la promozione e la distribuzione delle carni del Galles, e di Jeff Martin, referente Eblex per l’Italia. Con l’occasione abbiamo chiesto ad Emma di aiutarci a tracciare un primo bilancio sull’export di carni dal Galles per il 2009. Da quanto emerso nell’incontro, si è colta la soddisfazione per i risultati ottenuti e il lavoro svolto, realizzato attraverso numerose attività di promozione, marketing, presentazioni di prodotto e partecipazione attiva alle principali fiere e manifestazioni del settore agroalimentare.

I dati relativi alle esportazioni in Italia di questa carne pregiata che vanta il marchio Igp, sono più che positivi: tra gennaio e dicembre 2008 l’export ha registrato un +36,5% sui volumi e un +63% rispetto all’anno precedente. Tra gennaio e settembre 2009 le esportazioni di agnello gallese sono state pari a 1.100 tonnellate. «Anche nel 2009 i consumatori italiani hanno dimostrato grande fiducia verso la carne d’agnello gallese, una carne ottima, prodotta in un territorio sano, pulito e attento alle problematiche ambientali» ha dichiarato con orgoglio Emma Fotheringham. «Proprio in materia di tutela dell’ambiente HCC sta facendo parecchio lavoro: la riduzione dell’impatto ambientale nella produzione bovina e ovina, in particolare dei gas serra, è uno dei principali obiettivi che oggi ci troviamo ad affrontare» ha detto ancora Emma. «HCC sta lavorando in sinergia con associazioni e produttori per ridurre l’impatto di tali emissioni e incrementare l’efficienza produttiva. Si tratta sicuramente di un problema tanto attuale quanto globale, non imputabile solamente alla produzione zootecnica né tanto meno a quella gallese. Bisogna infatti precisare che l’agricoltura nel Regno Unito è responsabile per il solo 7% dell’emissione di gas serra del Paese (contro una media Paese del 18%, stando ad una statistica delle Nazioni Unite)».


Emma Fotheringham, analista di mercato e responsabile del mercato italiano di HCC-Hibu Cig Cymru.

Tra le priorità del 2010 tracciate da Emma Fotheringham non c’è solo l’attenzione verso l’ambiente. Nelle attività in corso preso l’HCC sono infatti altrettanto perseguite azioni volte al miglioramento genetico delle razze bovine e ovine e una maggiore efficienza dell’industria. Nel corso del 2009 il numero di capi bestiame in Galles ha subito una riduzione. Il prezzo della carne ovina in questa regione è assai sensibile alla produttività, con conseguente aumento dei prezzi di vendita data la ridotta disponibilità di prodotto. I prezzi dei capi al vivo sono aumentati del 30%, con grande soddisfazione degli allevatori (contro un +35% del prezzo del 2008 su peso vivo). Negli ultimi due mesi del 2009 si è poi registrato un ulteriore aumento dei prezzi a causa di un’impennata della domanda di carne ovina gallese in Italia e in tutta l’UE, imputabile ad una festività islamica (il festival musulmano Eid al-Adha).

In generale la domanda di carne gallese si mantiene in costante crescita, grazie anche ad una maggiore presenza dei prodotti all’interno della Grande Distribuzione, mentre si mantiene bassa nel canale catering. Per il 2010 il trend è previsto in ulteriore crescita, con un’ulteriore riduzione della produzione, incremento dei prezzi e maggiore efficienza della filiera zootecnica e di macellazione.

Eurocarni
Anno:

Numero:


Cerca negli articoli di Eurocarni:
Euro Annuario Carne
La banca dati Europea del mercato delle carni sempre aggiornata, utile strumento di lavoro per gli operatori del settore lavorazione, commercio e distribuzione carni.