Edizioni Pubblicità Italia

Eurocarni nr. 2, 2010

Rubrica: Aziende
Articolo di Ferrari F.
(Articolo di pagina 1)

Unipeg: oltre la crisi con impegno e fiducia

A colloquio col nuovo presidente Fabrizio Guidetti nella sede storica di Reggio Emilia

Già subito, al primo impatto, riflette un’immagine importante, di serietà, di efficienza. All’esterno, dove manovrano, ordinati nell’ampio piazzale, grossi mezzi frigo, e all’interno, negli uffici, nei corridoi dove, tra quadri di pregio, l’atmosfera è gentile, attiva, professionale. Siamo a Reggio Emilia, nella sede storica (l’altra è a Pegognaga, nel mantovano) di Unipeg, leader in Italia nella macellazione e lavorazione delle carni bovine, tutte di origine nazionale. Una realtà societaria che conta oltre mille conferenti, trecento dipendenti e che, su base annua, tratta ben 300.000 capi! Ce la presenta senza enfasi, ma con giusto orgoglio, Fabrizio Guidetti, da pochi mesi presidente di questo polo cooperativo che fattura oltre 400.000 di euro.


Fabrizio Guidetti, presidente Unipeg.

È succeduto a Ildo Cigarini, dopo una proficua carriera professionale — responsabile di area, direttore, amministratore delegato — maturata nell’ambito della struttura che gli ha permesso di acquisire e applicare un’esperienza completa, a tutto tondo. Originario di Castelnuovo Monti, dove ritorna, quando possibile, il fine settimana, viaggia spesso tra Reggio e Pegognaga per seguire e controllare un mercato che, per restare in altura, va dal Bianco all’Etna. Giornate intense per lui e per i suoi collaboratori. Una pesante congiuntura da affrontare, un piano di sviluppo da realizzare, per crescere ancora, per migliorare, per dare rassicuranti prospettive ai soci, ai clienti, ai consumatori.

Ritmi sostenuti di lavoro, di analisi, di ricerca, per valorizzare al meglio tutte le fasi della filiera: allevamento, macellazione, confezionamento, servizio, logistica...

«Sono obblighi, scadenze e problemi quotidiani che la difficile situazione aggrava e moltiplica e per i quali occorre trovare tempestivi rimedi e soluzioni a breve e a medio termine. Senza perdere mai di vista il futuro, con le sue domande urgenti di cambiamento, di novità. Ecco — precisa — solo la qualità non è un problema per noi, è sempre stata una premessa a tutto, una certezza scontata».

I soci allevatori, residenti in Veneto, Lombardia, Emilia-Romagna, Piemonte, curano infatti esclusivamente bovini nazionali, seguiti e garantiti col massimo di tecnica e professionalità.

«Il consumatore finale può stare tranquillo. Nella Grande Distribuzione, come nel negozio specializzato, avrà sempre un approccio piacevole e salutare con la nostra buona carne: tenera, pratica, ricca di proteine, minerali e vitamine».

Il 2010 è da poco iniziato. Nell’aria c’è voglia di risveglio, fervore di attività. L’impressione però, trasparente, palpabile, è che qui, in Unipeg, risveglio e fervore siano in atto da parecchio…

«Abbiamo affrontato da subito le difficoltà del settore e dell’economia in generale, applicando correttivi, controllando il mercato e nello stesso tempo preparandoci e rispondere alle sfide, alle incognite, ma anche alle opportunità della naturale, ciclica, ripresa. Per questo siamo abbastanza fiduciosi, confortati dall’aver tempestivamente avviato studi e ricerche per poter essere, nella fase di rilancio, ancor più competitivi. Tenendo altresì presenti fattibili ipotesi di aggregazioni e alleanze».

Obiettivi, insomma, già all’ordine del giorno e in bella evidenza nell’agenda del responsabile commerciale Luciano Malferrari.

«È vero, una fase, quella vissuta ad oggi, e tuttora molto delicata, sottoposta a studio e interpretazione per scelte ponderate e valutate con speciale attenzione. Parecchi i fattori in gioco. Nazionali e internazionali. Politica, marketing, finanza, s’intrecciano nei calcoli, nelle previsioni. Lo scopo primario è dare certezze e sicurezze ai nostri allevatori e all’intero complesso, valorizzando via via tutti i protagonisti della filiera, dalla materia prima al prodotto e alla sua presentazione, affinando tempi, consegne e politiche di vendita tese a prevenire e a soddisfare le esigenze in continua evoluzione del mercato, del consumatore finale. E vagliando in parallelo, come diceva il presidente, possibili alleanze, anche con eventuali concorrenti. Una apposita sezione di Ricerca si occupa comunque di coordinare questi e altri temi di rilevante attualità».

Una visione dunque a tutto campo. Neppure gli aspetti ambientali, come l’utilizzo dei materiali più ecocompatibili, nel confezionamento, nel trasporto, vengono trascurati. Serietà, preparazione, inventiva, caratterizzano e coinvolgono, come si sa, il mondo Unipeg che, negli anni, ha sempre dimostrato di saper far bene, di essere all’avanguardia. Con bilanci positivi ed appropriati investimenti. Senza dubbio, un esempio vincente di moderna imprenditorialità cooperativa.

Franco Ferrari

Eurocarni
Anno:

Numero:


Cerca negli articoli di Eurocarni:
Euro Annuario Carne
La banca dati Europea del mercato delle carni sempre aggiornata, utile strumento di lavoro per gli operatori del settore lavorazione, commercio e distribuzione carni.