Edizioni Pubblicità Italia

Eurocarni nr. 1, 2010

Rubrica: Aziende
(Articolo di pagina 70)

Pali Group guadagna il primo posto a livello di "immagine" nella classifica del settimanale Boerderij

Pali Group in Den Bosch — attivo a livello internazionale nella produzione di carne di vitello e di capretto, oltre che all’acquisto e alla vendita di bestiame vivo (vitelli, bovini, suini e ovini) — ha ottenuto il quinto posto nella top 100 delle aziende olandesi attive nel settore dell’agroalimentare secondo il settimanale agricolo olandese Boerderij. I fattori base che sono stati tenuti in considerazione dal giornale nello stilare la classifica delle aziende leader nell’agribusiness sono sette: il fatturato, l’innovazione, la crescita, l’impegno in più settori, l’immagine, l’area commerciale e la sostenibilità. La redazione di Boerderij è stata assistita nella definizione della metodologia e nello stilare la classifica finale dall’agenzia Price Waterhouse Coopers (PWC) e da una giuria di otto esperti. Non tutti i sette fattori hanno infatti lo stesso peso: il gruppo di esperti ha definito l’importanza di ogni singolo fattore e le domande relative ad ognuno di essi.

Per quanto concerne il fattore “immagine”, Pali Group è stato giudicato il migliore tra le 120 aziende selezionate. Migliaia di agricoltori hanno espresso il proprio voto on-line sul sito del settimanale, www.boerderij.nl. Secondo Boerderij l’immagine sarebbe la somma di simpatia, concretezza, competenza/professionalità, servizi ed affidabilità. Pali Group viene dunque giudicata molto simpatica, ma anche affidabile e competente. Inoltre, la clientela viene trattata molto bene, senza false promesse. La direzione di Pali Group si dichiara molto onorata da questa valutazione e ringrazia tutti i suoi collaboratori per il loro impegno, il loro coinvolgimento e la loro professionalità. Insieme con un punteggio alto per la sostenibilità (13), un ottimo punteggio per l’innovazione (14) e anche un buon posizionamento per il fatturato (30), Pali ottiene un ottimo risultato da questo sondaggio, che corrisponde ad un quinto posto nella classifica generale. C’è solamente un punto negativo da rimarcare, ossia il fattore crescita, nella cui valutazione il Gruppo Pali non rientra nemmeno nelle prime 100 aziende. Un impegno ed una sfida per il futuro per questa importante realtà!

Pali Group

Pali Group (www.paligroup.eu)nasce nel 1959 nella regione del Brabante dalla volontà di due commercianti di bestiame Tiny Paridaans e Bert Liebregts. Attualmente il Gruppo, oltre ad essere un’organizzazione di commercio del bestiame moderna ed operante su scala internazionale, è anche un importante produttore di carni di vitello e di carni di capretto e di agnello, sia per il mercato interno che per quello al di fuori dei confini europei. Con le sue sedi nei Paesi Bassi, in Belgio, in Germania, in Italia e in Spagna, Pali Group opera all’interno di una catena produttiva controllata, dove è consuetudine avere delle relazioni durature e dei modelli commerciali stabili. Il Gruppo ha il controllo totale di ogni parte della catena produttiva ed è in grado di fornire in qualsiasi momento delle informazioni complete e totalmente affidabili sui prodotti e sulla produzione.

Pali Group commercia i seguenti prodotti a livello europeo: vitelli scolostrati, baliotti e vitelli da carne torelli e manzi maialini, suini da carne, scrofe e prodotti da allevamento JSR capretti, capre e agnelli da carne. Il Gruppo è forte nella produzione e nella vendita di carni di vitello bianche e rosè, carni di capretto e di agnello, pelli di vitello e di capra (fresche e salate). La qualità delle attività viene garantita da diversi marchi di qualità, fra i quali: Stichting Kwaliteitsgarantie Vleeskalversector-SKV (Associazione per la garanzia sulla qualità della carne di vitello); Integrale Keten Beheersing-IKB (Controllo integrale della catena); Kwaliteits Certificaat Veehandel-KCV (Certificato di qualità sul bestiame); Veewaardig Vervoer (Trasporto idoneo per il bestiame); Belgisch Controlesysteem voor Vleeskalveren-BCV (Sistema belga di controllo per i vitelli da carne); NEN-ISO 9001:2000; HACCP Good Manufacturing Practice (GMP); Good Veterinary Practice (GVP). Il metodo di lavoro viene controllato scrupolosamente da diversi istituti indipendenti, quali il Centraal Bureau Slachtveediensten (CBS), Lloyd’s, SGS/AgroControl, il Rijksdienst voor de keuring van Vee en Vlees (VWA/RVV) e l’Algemene Inspectie Dienst (AID).

Eurocarni
Anno:

Numero:


Cerca negli articoli di Eurocarni:
Euro Annuario Carne
La banca dati Europea del mercato delle carni sempre aggiornata, utile strumento di lavoro per gli operatori del settore lavorazione, commercio e distribuzione carni.