Edizioni Pubblicità Italia

Eurocarni nr. 10, 2008

Rubrica: Razze
Articolo di Brandone C.
(Articolo di pagina 214)

Limousine, una regina tra Genova e La Spezia

 

L’introduzione della razza bovina Limousine nelle province di Genova e La Spezia ha avuto inizio intorno agli anni 1975-1980 e si è protratta nell’ultimo ventennio. La Limousine è andata a sostituire i bovini da latte di razza Bruna e i meticci, sia da latte che da carne, in tutte quelle aree dove la marginalità degli allevamenti zootecnici imponeva la scelta economica di sfruttare ampie superfici a pascolo con il minimo impiego di mano d’opera. Ben si adatta, tale razza, agli ambienti montani liguri, anche in presenza di pascoli magri che vengono utilizzati per almeno otto mesi l’anno.

 

La Limousine è andata a sostituire i bovini da latte di razza Bruna e i meticci, sia da latte che da carne, in tutte quelle aree dove la marginalità degli allevamenti zootecnici imponeva la scelta economica di sfruttare ampie superfici a pascolo con il minimo impiego di mano d’opera.

 

Morfologia

Ha una struttura possente, con arti solidi e ossatura fine. La compattezza e la distribuzione delle masse muscolari, unite alla finezza delle ossa, fanno della Limousine una delle migliori razze come resa alla macellazione (la carcassa è il 63-71% del peso vivo).

Mantello: fromentino vivo non troppo carico, un po’ più chiaro sotto il ventre e all’estremità della coda. Assenza di macchie e di pigmentazione, mucose rosee.

Testa: corta, fronte e musello larghi, areole più chiare attorno agli occhi e al musello, corna gialle.

Collo: corto.

Petto: largo e arrotondato, ben arrotondato il costato.

Groppa: larga soprattutto agli ischi, non troppo inclinata. Linea sacrale e delle anche poco in rilievo.

Spalla e garrese: muscolosi, dorso e schiena ampi con un buon sviluppo della muscolatura.

Coscia: grandi masse muscolari formano la coscia che è lunga e convessa.

Arti: ben distanziati, con appiombi regolari, esenti da tare, stinchi e garretti robusti, piedi ben conformati, andatura regolare, unghielli gialli.

Cute: fine e facilmente sollevabile.

Escludono dall’ammissione al Libro Genealogico:

  1. tutti i caratteri in contrasto con quelli descritti e in particolare vistose anomalie concernenti: pigmentazione del musello, peli neri o bianchi su tutto il mantello e specialmente alle orecchie, l’estremità della coda e attorno al musello e macchie ovunque localizzate, fatta eccezione per quelle di origine traumatica;
  2. una malformazione evidente;
  3. un’indole cattiva;
  4. caratteri morfologici di razza globalmente insufficienti;
  5. gravi difetti degli appiombi.

 

Distribuzione sul territorio ligure

La razza è presente in Liguria nelle province di Genova e La Spezia, dove si contano complessivamente 2.100 capi suddivisi in 61 aziende. Più in particolare, per la provincia di Genova: 11 aziende e 1.000 capi, di cui 500 in 2 aziende in Valle Trebbia, 350 in 7 aziende in Val Polcevera e Genovesato, 100 in un’azienda in Val Fontanabuona e i restanti 50 capi in un’azienda della Valle Scrivia. Per la provincia di La Spezia: 50 aziende e 1.100 capi, di cui 600 in 20 aziende a Varese Ligure, 300 in 15 aziende a Zignago-Rocchetta e i restanti 200 capi in 15 aziende a Sarzana.

 

La Limousine ben si adatta agli ambienti montani liguri.

 

Qualità della carne

La compattezza e la distribuzione delle masse muscolari, unite alla finezza delle ossa, fanno della Limousine una delle migliori razze sia come resa che come qualità. La carne ha, infatti, ottime caratteristiche organolettiche, è magra, possiede una fibra molto fine e presenta una marezzatura unica che la rende inconfondibile e le garantisce una sapidità del tutto particolare. È commerciabile a tutte le età del soggetto, dai tre mesi di vita in poi, secondo le tecniche di allevamento e le esigenze del mercato.

 

Tecniche di allevamento e obiettivi della selezione

Il sistema di allevamento tradizionale prevede l’utilizzo del pascolo almeno 8 mesi l’anno, con il rientro delle vacche in stalla dalla fine di dicembre alla fine di aprile. Durante questo periodo, le vacche vengono allevate con la tecnica della stabulazione libera. Ultimamente, questo periodo si va accorciando sempre di più, in relazione all’espandersi dell’allevamento con metodologie biologiche, per cui non è raro trovare vacche che, condizioni meteorologiche permettendo, rimangono al pascolo per tutto l’anno, magari aiutate nei periodi di carenza di foraggio con un’alimentazione di soccorso basata sul fieno portato direttamente sul pascolo. I vitelli vivono con la madre fino all’età di sei mesi, quindi vengono ingrassati in box collettivi con l’utilizzo di concentrati e foraggi. I vitelli, unico prodotto dell’allevamento, vengono venduti all’età di 13-16 mesi ad un peso di 500-600 chilogrammi. Grande importanza ha, poi, la selezione dei bovini di razza Limousine, che ha come obiettivo la formazione di un ceppo italiano con grandi masse muscolari, struttura possente, arti solidi, rustica, fertile e precoce. Tutte qualità che le permettono di vivere al pascolo con qualsiasi clima e di partorire con facilità anche senza assistenza. Gli obiettivi della selezione vengono raggiunti attraverso un programma di miglioramento genetico svolto dall’Associazione Nazionale di razza Limousine, in stretta collaborazione con le associazioni provinciali degli allevatori.

Cristiano Brandone

Eurocarni
Anno:

Numero:


Cerca negli articoli di Eurocarni:
Euro Annuario Carne
La banca dati Europea del mercato delle carni sempre aggiornata, utile strumento di lavoro per gli operatori del settore lavorazione, commercio e distribuzione carni.