Edizioni Pubblicità Italia

Eurocarni nr. 1, 1998

Rubrica: Aziende
Articolo di Ascari T.
(Articolo di pagina 57)

L.P.A.: carni avicole in porzione

Una moderna azienda che confeziona specialità surgelate pronte per un rapido e facile impiego in cucina. Con la linea "Cuoci e Gusta". A Fratte di Santa Giustina in Colle, nel Padovano

 

 

 

"Ancora non riesco a rassegnarmi all’idea di dovermi mettere da parte." Gelmino Rubin fa una pausa, immobile, le braccia strette ai fianchi, tese sulle stampelle a sostegno di un corpo vigoroso. Lo abbiamo incontrato nell’atrio dello stabilimento L.P.A., azienda specializzata in commercio e lavorazione di prodotti avicoli di cui è stato il fondatore. Notiamo alle sue spalle l’ingrandimento di una foto di gruppo, con una data: 26 aprile 1992. Quasi indovinando il nostro pensiero, esclama: "Mi sembra di rivivere quella giornata di festa, con la presenza delle massime autorità… questo al mio fianco è il presidente della Regione".

Ancora una pausa. "Per anni abbiamo investito notevoli risorse per arrivare a questo traguardo." Un lungo silenzio. Ora i suoi occhi sono avvolti da un velo di tristezza. Non guardano fuori, non scrutano le pareti. Guardano dentro di lui in un punto dove il ricordo è ancora lucido, chiaro. Ed ecco riaffiorare la straordinaria vicenda di Gelmino Rubin, commerciante di prodotti avicoli a Fratte, piccola frazione di Santa Giustina in Colle nel Padovano.

Tutta una vita spesa in questa attività fatta di visite a domicilio con un piccolo furgoncino, nelle fattorie, e di periodiche frequentazioni dei mercati e delle fiere paesane. Per 15-16 ore al giorno, domeniche comprese. Per 40 anni.

Gelmino Rubin ha, nel narrare, la maestria del cantastorie: la sua voce vibra, cantilena, solfeggia. Mentre le ciglia si aggrottano, gli occhi si sgranano e le sue mani mimano tutto il racconto. Sembra di vederlo nel suo girovagare di pollivendolo nelle masserie e nelle fiere paesane. "A Santo Stefano di Cadore – racconta – facevamo anche 500 polli allo spiedo in un giorno." 1984: anno della svolta. Gelmino Rubin decide di passare dall’attività di commercio ambulante alla vera e propria lavorazione e trasformazione dei prodotti avicoli, con la creazione di un piccolo impianto artigianale.

"Incominciava a delinearsi – spiega – l’esigenza di offrire una valida prospettiva di lavoro ai figli che crescevano. Anch’io, come aveva fatto mio padre con me, li avevo abituati a frequentare i mercati, a commercializzare il nostro prodotto. Avevo addirittura attrezzato alcuni grossi furgoni con relativo banco di vendita, attrezzati come una vera e propria bottega della carne. Anzi, direi che proprio su quei furgoni i miei ragazzi si sono fatti le ossa. Frequentando i mercati e le fiere, partecipando alle tradizionali feste promosse dai partiti e dalle organizzazioni sindacali. Intanto, col passare degli anni, la struttura dalla quale siamo partiti si rivelava non più compatibile con le esigenze delle normative Cee di carattere igienico-sanitario ed ecologico.

Da qui l’esigenza di un mutamento strategico nella conduzione dell’azienda con l’impostazione di una nuova filosofia produttiva orientata alla creazione di uno stabilimento attrezzato a preparare un prodotto finito, perfetto sul piano della qualità e garantito dal punto di vista igienico-sanitario. Così arriviamo alla data fatidica del 26 aprile 1992, quando alle ore 10, alla presenza delle autorità comunali, provinciali e regionali, abbiamo inaugurato il nuovo stabilimento, assumendo contemporaneamente la ragione sociale di L.P.A."

Ora è Vasco Caon a prendere la parola. Non distribuisce sorrisi o gesti ieratici il nuovo leader dell’azienda Rabin. Vasco Caon ha uno stile diverso da quello dello zio Gelmino. Eppure gli assomiglia profondamente. Non ha l’impulsività di paròn Gelmino, ma l’ostinazione sì. Tanto l’uno è irruento ed emotivo, quanto questo è sommesso, tranquillo, chiuso.

"Confesso, mai avrei pensato di dover raccogliere il testimone tanto presto. Ma quando un grave incidente automobilistico ha tolto allo zio la possibilità di mantenere il comando dell’azienda, ero già preparato a sostituirlo. Grazie agli insegnamenti di zio Gelmino, che, oltre a crescermi come un figlio, ha dato a me, alla pari dei suoi sei figli, la possibilità di misurarmi liberamente nel lavoro, delegando a ciascuno di noi precise responsabilità: Anna Maria all’amministrazione, Massimo e Giorgio alle vendite e compere, Alberto e Andrea alla lavorazione, Carlo ai trasporti. E contemporaneamente a mantenere viva la nostra presenza nei mercati coi tre grossi furgoni a ciò attrezzati: a Mirano il lunedì, a Treviso martedì e sabato, il giovedì a Chioggia, il venerdì a Conegliano. Su ciascuno di quei carri si possono fare in una giornata anche dieci milioni di incasso.

Abbiamo investito notevoli risorse per ottimizzare le linee di trasformazione nella nostra azienda. Personale qualificato, laboratori e impianti modernissimi in perfetta aderenza alla recente normativa Cee, ci consentono di mettere sul mercato una gamma di specialità studiate per soddisfare ogni esigenza. Le nostre carni surgelate e confezionate della linea "Cuoci e Gusta" hanno il pregio di mantenere inalterate la loro freschezza e le loro caratteristiche nutritive e organolettiche fino al momento della cottura, come appena macellate. Di non minore rilevanza, un altro dato: il confezionamento in porzioni consente l’eliminazione degli sprechi, oltre a facilitarne un rapido utilizzo in cucina.

Abbiamo pensato alla linea "Cuoci e Gusta" per venire incontro, in particolare, alle esigenze del piccolo consumatore, ma anche e soprattutto della grande e piccola ristorazione (scuole materne, mense, ristoranti, ecc.). I vantaggi che i nostri prodotti offrono sono facilmente individuabili: sicurezza totale sul piano igienico-sanitario ed eliminazione degli sprechi, grazie alle confezioni create appositamente per questo tipo di clientela, che consentono di utilizzare quantità variabili di carne in porzione, a seconda delle esigenze del momento.

La nuova filosofia dell’azienda si potrebbe riassumere in questo slogan: abbiamo surgelato la freschezza e la genuinità delle nostre carni appena macellate, in porzioni studiate per soddisfare ogni esigenza."

Andiamo dunque ad analizzare nel dettaglio le proposte dell’azienda di Fratte. Ne offre un suggestivo campionario una vetrina allestita in uno dei tre furgoni che fra qualche ora andrà a occupare il suo posto fra i banchi del mercato di Chioggia. Un’autentica apoteosi della linea "Cuoci e Gusta": dai medaglioni di tacchino alle fettine di filetto di pollo, dal rotolo e arrosto di tacchino agli involtini e alle cosce di pollo, dagli hamburger agli spiedini misti. Cosa ci può essere di meglio da cuocere e gustare?

Terenzio Ascari

Eurocarni
Anno:

Numero:


Cerca negli articoli di Eurocarni:
Euro Annuario Carne
La banca dati Europea del mercato delle carni sempre aggiornata, utile strumento di lavoro per gli operatori del settore lavorazione, commercio e distribuzione carni.